Contenuto sponsorizzato

Pd, Upt, Futura: l'Alleanza democratica e popolare per l'Autonomia che sfida la Lega. Tonini:''Il nostro avversario è Salvini''

La coalizione si presenta, Tonini: "Fugatti persona rispettabile ma non deciderà lui: se vince il sovranismo deciderà il ministro dell'interno". Presenti anche Paolo Ghezzi, Vittorio Fravezzi e il segretario del Pd Muzio: "La vera battaglia è tra chi difende e chi attacca l'Europa"

Di db - 29 settembre 2018 - 15:45

TRENTO. L'Alleanza democratica e popolare per l'Autonomia ha scelto piazza Dante per la presentazione della propria lista. A fianco di Giorgio Tonini, candidato alla carica di presidente, tanti dei candidati di quello che lo stesso Tonini chiama 'il tridente', le tre forze che lo sostengono: Partito Democratico, Futura e Unione per il Trentino.

 

"Ci sono undici candidati presidente - ha spiegato l'ex senatore - ma la sfida sarà a due. Il nostro avversario è la Lega, è Maurizio Fugatti. Persona rispettabile - ha spiegato - ma sul simbolo c'è scritto il nome di Salvini, non quello di Fugatti". 

 

Come a dire: l'avversario è Salvini e il 'salvinismo', le politiche sovraniste e antieuropee. Per Tonini, Fugatti sarà solo un 'esecutore' del volere nazionale: "Guardate che fine ha fatto l'ex governatore Roberto Maroni, che non era in linea con Salvini". 

 

Alla presentazione della coalizione c'era anche Paolo Ghezzi. "Un mese fa eravamo al Muse - ha esordito, ricordando la carica dei 500 che hanno partecipato al 'varo' di Futura - e al Muse eravamo anche ieri per la Notte dei Ricercatori". 

 

"Una bella festa - ha osservato - tanti giovani". Giovani che hanno però sottolineato le loro preoccupazioni: "per la precarietà dei contratti, per l'esternalizzazione alle cooperative, gli stipendi tagliati, la disparità di genere". "E' stato fatto tanto - ha detto Ghezzi - ma dev'essere fatto ancora di più per il Trentino delle intelligenze e della bellezza"

 

Ha parlato anche l'ex senatore Vittorio Fravezzi, oggi candidato con l'Upt. Non nega le difficoltà del momento storico e politico che attraversano il Trentino e tutto il Paese. "Dobbiamo concentrarci di più sull'ascolto, sulla comprensione, provando a dare delle risposte alle persone. Risposte che siano però serie, vere: solo così possiamo sperare di ripartire e ricostruire". 

 

Giuliano Muzio, segretario del Pd, tra gli artefici delle trattative che nelle settimane scorse hanno portato a definire alleanza e candidato presidente, ha puntato sull'Europa: "Nelle prossime settimane lo scontra sarà tra europeisti e sovranisti, a livello nazionale ma anche qui. E chi più di noi può dirsi europeista?". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 16:57

Il video lanciato da Visit Valsugana con tanto di logo ufficiale ''Trentino'' è al limite dell'offensivo e potrebbe apparire a più di un potenziale turista come discriminatorio. Invece che raccontare le bellezze della propria terra si preferisce usarle per dei paragoni in negativo che non rendono giustizia a quanto tutti (lombardi compresi) possono trovare in Valsugana 

31 maggio - 15:36
Resta stabile il numero dei ricoveri, 16 pazienti nelle strutture ospedaliere del sistema trentino e 3 persone in terapia intensiva a Rovereto. I tamponi analizzati sono stati 1.910 (1.537 letti da Apss e 373 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,05% di test positivi
31 maggio - 11:31

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 200 persone per chiedere la fine delle restrizioni, imposte per contenere il diffondersi del coronavirus, e per protestare contro l’obbligo dei vaccini. Ma tra slogan e complottismo saltano tutte le regole anti-contagio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato