Contenuto sponsorizzato

Primo consiglio provinciale e prima protesta. Ambientalisti e comitati riuniti sotto il Palazzo per dire ''No alla Valdastico''

Oggi si è riunita la prima assise con il nuovo consiglio e in Piazza Dante si sono radunate una ventina di persone per protestare contro l'intenzione di proseguire verso il completamento dell'A31

Pubblicato il - 20 novembre 2018 - 11:16

TRENTO. Primo consiglio provinciale e prima manifestazione di protesta sotto il Palazzo. Una ventina di manifestanti si sono ritrovati in Piazza Dante per dire no alla Valdastico. C'erano varie sigle ambientaliste e alcuni comitati uniti per ribadire la loro opposizione a un'opera della quale si discute da anni e che, forse mai come adesso, con il cambio della Giunta, appare vicina ad essere realizzata. La Lega, infatti, in campagna elettorale è stata chiarissima e con lei tutti gli alleati di centrodestra: l'A31 deve essere completata per connettere il Trentino al Veneto e al resto del Nord Est in via diretta, bypassando la pericolosissima Ss47, quella Valsugana che nel tratto trentino è spesso al centro delle cronache per incidenti, code e disagi.  

 

E i cittadini, il 21 ottobre, hanno premiato proprio chi ha annunciato che l'opera si farà votandoli ed eleggendoli. ''Ne siamo consapevoli - spiega Aron Iemma  presidente del Wwf Trentino presente tra i manifestanti fuori dal palazzo della Provincia - però noi non arretriamo di un centimetro. Siamo convinti che quell'opera sia dannosa per il territorio e la comunità e pensiamo, invece, che se le risorse che si vorrebbero impiegate per realizzarla, fossero deviate su interventi di tutela del territorio, di rafforzamento, di manutenzione delle opere di difesa contro i cambiamenti climatici, sarebbero soldi davvero ben investiti''.

 

In questo senso Pd, Futura e M5S hanno fatto la loro campagna elettorale contro la Valdastico e quindi i comitati e le associazioni ambientaliste potranno trovare una spalla anche nel neonato consiglio provinciale. Ma la maggioranza è compatta e può contare sull'asse con il Veneto di Zaia. ''Noi non vogliamo andare allo scontro - completa Iemma -, non è il nostro obiettivo. Noi siamo per la ricerca del dialogo ma su un punto restiamo fermi, per il futuro del Trentino e del Veneto: la Valdastico non si deve fare''. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 16:36

Sono stati analizzati 4.194 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 26 nuovi ricoveri e 16 dimissioni, 170 le guarigioni da Covid. Registrati 32 casi tra over 70 e 73 contagi tra bambini e ragazzi in età scolare

06 marzo - 16:53

Il soggetto aveva elaborato un modo originale (benché non infallibile) per compiere i suoi furti: si appostava nei parcheggi di supermercati e centri commerciali, dopo aver forato lo pneumatico di un’auto aspettava che il proprietario tornasse e mentre quest’ultimo era distratto a cambiare la gomma forata lo derubava

06 marzo - 15:23

Gli agenti hanno perquisito il nascondiglio ricavato nell’area giochi di piazza Dante. All’interno sono state rinvenute alcune dosi di hashish ed una di eroina, prontamente sequestrate anche quest’ultime

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato