Contenuto sponsorizzato

Sorteggiate le liste e i candidati presidenti. Primo Primon, ultimo Degasperi

La commissione centrale ha estratto sia i nomi dei candidati che i contrassegni apparentati 

Di Donatello Baldo - 22 settembre 2018 - 18:05

TRENTO. Primo Primon, e per il nome non poteva essere diversamente, e ultimo Filippo Degasperi. La posizione di ogni candidato presidente all'interno della scheda con cui si andrà a votare il prossimo 21 ottobre è stata sorteggiata pubblicamente dalla commissione elettorale. Il sorteggio ha definito anche la posizione delle liste collegate ai candidati presidente.

 

Ma vediamo ora la composizione della scheda elettorale. Così compariranno i candidati presidente e così le liste apparentate:

 

PAOLO PRIMON

Popoli Liberi

 

FILIPPO CASTALDINI

CasaPound

 

MAURIZIO FUGATTI

Lega

Progetto Trentino

Agire per il Trentino

Civica Trentina

Fassa 

Autonomisti Popolari

Forza Italia

UDC, Unione di Centro

Fratelli d'Italia

 

FEDERICO MONEGAGLIA

Riconquistare l'Italia

 

ROBERTO DE LAURENTIS

Tre, Territorialità Responsabilità Economia

 

UGO ROSSI

PATT, Partito Autonomista Trentino Tirolese

 

GIORGIO TONINI

UPT, Unione per il Trentino 

Futura 

PD, Partito Democratico

 

FERRUCCIO CHENETTI

Moviment Ladin de Fascia

 

ANTONELLA VALER

L'Altro Trentino a Sinistra

Liberi e Uguali

 

MAURO OTTOBRE

AD, Autonomia Dinamica

 

FILIPPO DEGASPERI

Movimento 5 Stelle

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

23 febbraio - 11:50

Cinque associazioni hanno sottoscritto una lettera di protesta nei confronti della decisione della Provincia di bloccare il progetto di accoglienza per 24 donne ospitate a Lavarone e che saranno trasferite a Trento 

22 febbraio - 20:00

Nei prossimi mesi anche l'Arcidiocesi di Trento aprirà un nuovo sportello contro gli abusi interni alla chiesa. Nell'ultima relazione fatta dalla diocesi di Bolzano - Bressanone i casi di abusi sessuali e violenze sono stati undici  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato