Contenuto sponsorizzato

Bonus 600 euro, la Lega sospende Ivano Job: ''Tuteliamo l'integrità del movimento in attesa che venga fatta piena chiarezza''

La Lega e il segretario Mirko Bisesti prendono rapidamente un provvedimento nei confronti del consigliere provinciale a seguito della vicenda legata all'ottenimento dei sussidi relativi all'emergenza Covid-19 per le partita Iva: "Sospensione dal partito di Ivano Job"

Di L.A. - 12 August 2020 - 17:43

TRENTO. Ivano Job è stato sospeso dalla Lega. Questo il provvedimento del carroccio nei confronti del consigliere provinciale a seguito della vicenda legata all'ottenimento dei sussidi relativi all'emergenza Covid-19 per le partita Iva

 

"Al fine di tutelare l'integrità del movimento - spiega una nota della Lega - il segretario Mirko Bisesti ha comunicato in data odierna la sospensione dal partito del Consigliere regionale Ivano Job, in attesa che venga fatta piena chiarezza sulla vicenda".

 

Il consigliere aveva ammesso di aver chiesto e ottenuto il bonus. "Questo bonus l'ho preso e l'ho messo nella mia azienda. Ho sei dipendenti in un'attività di noleggio sci e quelle risorse servivano ad arrivare alla fine del mese. Per questa attività, e non per l'albergo di famiglia per il quale non ho preso nulla, ho preso i 600 euro e anche il contributo della Provincia del Riparti Trentino", ha spiegato Job a Il Dolomiti (Qui articolo).

 

L'esponente della Lega aveva ricevuto un doppio contributo, questo nonostante un consigliere provinciale percepisca circa 10 mila euro lordi al mese: da un lato si è preso 600 euro destinati ai cittadini che faticavano a mettere un piatto in tavolo e dall'altro quello provinciale che si è auto-votato insieme ai colleghi in piazza Dante.

 

"Quando è uscito il marasma della questione li ho restituiti all'Inps quei 600 euro", aveva aggiunto Job: "Anche se a livello imprenditoriale considero la restituzione un errore. L'ho fatto come scelta politica ma da imprenditore quelle risorse servivano per l'attività''.

 

E' rapida la presa di posizione del partito e del segretario, anche dopo il duro commento di Alessandro Savoi (''Ogni parlamentare o consigliere regionale che ha chiesto il bonus di 600 euro deve non solo chiedere scusa ma dimettersi. Vergognatevi pezzenti''): veloce la decisione di sospendere Ivano Job in attesa di chiarezza.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
14 aprile - 06:01
Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19, la sperimentazione [...]
Cronaca
13 aprile - 19:33
Trovati 119 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 168 guarigioni. Sono 1.558 i casi attivi sul territorio provinciale
Politica
13 aprile - 18:52
Servizi estivi gratuiti all’infanzia, la proposta del Pd: “Vista l’eccezionalità della contingenza pandemica dalla Provincia ci si aspetta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato