Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Fugatti sugli spostamenti: “I Comuni del Trentino non sono metropoli, ci auspichiamo che dal Governo ci sia un’apertura reale”

In vista delle festività natalizie Trento chiede al Governo di allentare le restrizioni concedendo più libertà di movimento, mentre sui vaccini Fugatti promette: “I membri della Giunta si vaccineranno anche se non vorremmo fosse visto come un percorso privilegiato”

Di T.G. - 10 dicembre 2020 - 20:06

TRENTO. La notizia che il Governo sta valutando un possibile allentamento delle restrizioni in vista delle festività natalizie è stata accolta positivamente dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti: “Sarebbe un passo importante anche per via delle tante richieste, i Comuni del Trentino non possono essere considerati come le grandi città. Ora ci auspichiamo che ci sia un’apertura reale che dia la possibilità di risolvere questa problematica”.

 

Anche se Fugatti vorrebbe che la libertà di movimento fosse estesa a tutto il territorio provinciale il minimo che ci si propone di portare a casa sono le Comunità di Valle, cioè concedere ai cittadini la libertà di spostarsi entro i confini di questi enti territoriali (16 in tutto il Trentino).

 

Il presidente della Pat interviene anche sui dati dei contagi, in attesa che dall’Istituto superiore di sanità arrivino i risultati del monitoraggio settimanale: “I dati sostanzialmente dicono di un Rt stabile sotto la soglia critica dell’1. Se l’Rt è sotto soglia vuol dire che il contagio sta diminuendo o diminuirà nelle prossime settimane”.

 

Mentre per quanto riguarda il tema vaccinazioni Giancarlo Ruscitti, dirigente del Dipartimento salute e politiche sociali, fa sapere di preferire la moral suasion all’obbligatorietà: “Prima del Covid siamo arrivati al 95% di quasi tutti i vaccini obbligatori lavorando sulle persone, credo non ci sarà bisogno di obbligo”.

 

Sullo stesso tema Fugatti ha promesso che i membri della Giunta si vaccineranno: “Al netto che non abbiamo ancora capito se quelli che hanno contratto il virus devono vaccinarsi, ma questo ce lo dirà la scienza – commenta il presidente della Pat – quando sarà il momento i membri della Giunta sicuramente si vaccineranno, anche se non vorremmo fosse visto come un percorso privilegiato. La priorità – sottolinea Fugatti – andrà alle categorie a rischio”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 15:05
Le persone coinvolte sono state liberate dai vigili del fuoco con le pinze idrauliche, purtroppo, un uomo è deceduto a causa delle ferite [...]
Economia
28 settembre - 15:05
Entro il 30 novembre 2021 è possibile presentare la domanda per avere accesso all’edilizia residenziale pubblica. Il primo passo da compiere è [...]
Società
27 settembre - 22:03
Nicola Paoli (segretario della Cisl medici): "La categoria è oberata. E' più conveniente diventare un Usca o un vaccinatore perché si viene [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato