Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, non c'è solo il presidente Fugatti: nell'emergenza la Lega pensa alla bandiera e ad attaccare l'Europa (mentre l'Ue deve difendersi da chi la vuole divisa)

Oltre a Fugatti sono scesi in campo anche il presidente della Lega Savoi, la capogruppo in consiglio provinciale Dalzocchio, i consiglieri Moranduzzo e Cavada. Il tutto mentre proprio in questi giorni EuDisinfo, l’unità della Commissione europea che studia e contrasta le false notizie in Rete, si concentra sulle immagini delle bandiere dell'europa che vengono ammainate e strumentalizzate dalla propaganda russa e sul fatto che è in atto un tentativo di sfruttare la pandemia per indebolire l’Europa

Di Luca Pianesi - 02 aprile 2020 - 12:55

TRENTO. ''C'è qualche polemica sul video che ho condiviso su Facebook ma io ho ascoltato bene le parole del premier Conte successive al vertice europeo su dove va a finire l'Europa se non ci sarà la solidarietà dell'Europa. E finora non l'abbiamo vista, perché se Conte che dice alla Merkel che se non ci ascoltate facciamo da soli credo che sia già il fine di dove andrà l'Europa se questo è il percorso. Agitarsi per questo video dove si toglie la bandiera e si dice che questa Europa è finita non ci trovo niente di scandaloso. Ieri alla domanda sull'Europa ho risposto con Europa chi''. Questa la macchinosa spiegazione che il presidente Fugatti ha dato dopo aver compiuto quel gesto istituzionalmente pesantissimo che ha scatenato lo sdegno di tantissimi trentini (QUI ARTICOLO) e che lui ha derubricato a una cosa da niente, ''non c'è da scandalizzarsi'' ha detto.

 

In realtà l'operazione è molto più grave di come la si è raccontata perché ha visto schierati compatti quasi tutti i consiglieri provinciali della Lega in un quadro generale nel quale, come ha certificato EuDisinfo, l’unità della Commissione europea che studia e contrasta le false notizie in Rete, è in corso un evidente tentativo mediatico di sfruttare la pandemia per indebolire l’Europa. L'analisi dell'Unità di Commission Ue è approfondita e puntuale e si concentra anche sul fatto che sui social rimbalzano immagini dall'Italia di bandiere dell'Europa che vengono ammainate, immagini che i media russi stanno cavalcando in patria: ''In Russia, domestic pro-Kremlin outlets have reported from Italy with stories about EU flags being replaced with Russian flags and the Russian anthem sounding in the streets'' (QUI APPROFONDIMENTO).

 

EuDisinfo chiarisce che la spinta arriva, giocoforza, da Russia e Cina che stanno cercando di migliorare la loro immagine e la loro sfera d'influenza nei paesi europei (QUI IL SERVIZIO) e tra le fake che stanno circolando con maggior pervicacia vengono analizzate quella che recita così ''L'Europa si è rifiutata di aiutare l'Italia ad affrontare il coronavirus'' (qui per l'analisi) e ''L’Unione si sta disintegrando di fronte al Covid-19'' (qui per l'analisi).

 

Ovviamente, lo ripetiamo, dalla Ue ci si aspetta sempre tantissimo e poi ancora di più perché è un qualcosa di talmente straordinario e unico nella storia del Continente che è giusto avere delle aspettative altissime. E aggiungiamo che bene ha fatto Conte a lamentarsi e a ''battere i pugni'' negli scorsi giorni arrivando, per esempio, già ieri al piano condiviso con Ursula von der Leyen che prevede 100 miliardi di euro per sostenere le misure nazionali dirette a contrastare la disoccupazione e ad alimentare le casse integrazioni (oltre, solo per ricordare alcune cose, al fatto che si è permesso di sforare il debito e ora le risorse che stiamo reperendo arrivano da lì o che la Bce ha dato il via libera al Pandemic Emergency Purchase Programme (Pepp), che prevede l'acquisto di titoli di Stato per 750 miliardi di euro).

 

E se dai nostri amministratori ci si aspetterebbe, in questo momento, attenzione e impegno per risolvere i tanti (tantissimi) problemi che abbiamo in casa nostra mai ci si sarebbe aspettati un tale e strumentale attacco all'Europa. Già perché se Fugatti condivideva il video della bandiera che veniva ammainata, contemporaneamente i suoi consiglieri provinciali diffondevano il ''verbo''. Il presidente della Lega del Trentino Alessandro Savoi commentava sotto il profilo di un giornalista che condivideva il nostro articolo così: ''Ma basta polemiche inutili... unione Europea è morta di covid 19... Prendine atto.. ITALIEXIT... mai più servi della Merkel e compagnia cantante...''.  Il consigliere provinciale Devid Moranduzzo si è espresso, invece, con una serie di ''Basta Europa'' con tanto di immagine del palazzo del Comune di Trento con la croce sopra la bandiera della comunità europea, poi ancora con ''Europa dove sei?'' e un notevole uno-due di hashtag di questo calibro: ''#sono #incazzato''.

 

Il consigliere Gianluca Cavada sulla sua pagina ha fatto questo pensiero: "Al posto della bandiera dell'Europa mettiamo quella del Trentino" è questo l'invito fatto dal Consigliere della Lega Salvini Trentino, Gianluca Cavada, in merito ai pennoni esposti in Via Valmoena a Cavalese. "Attualmente manca un terzo pennone per posizionare la bandiera del Trentino ed è un peccato perché personalmente al momento mi sento più trentino che europeo", ha voluto aggiungere il Consigliere Cavada che ha poi rimarcato la necessità in questo momento da parte delle autorità di Cavalese di mostrare una maggiore vicinanza al territorio (riferendomi alla bandiera del Trentino che ci rappresenta) data anche la lontananza che Bruxelles sta dimostrando con una politica attualmente miope nei confronti del nostro paese. "Questa non vuole essere una polemica, ma un suggerimento all'amministrazione comunale di Cavalese", ha affermato il Consigliere della Lega Salvini Trentino, Gianluca Cavada. Risultato, un commento che recita così: ''Con tutti i problemi che ci sono pensate ad una bandiera''.

 

 

E ovviamente anche la capogruppo in consiglio provinciale Mara Dalzocchio ha condiviso il video del presidente con scritto: ''Condivido il pensiero del Presidente e di tanti Sindaci che hanno ammainato la bandiera dell'Europa in segno di delusione profonda per il suo operato in questo tragico momento''. Insomma mentre proprio ieri il presidente del consiglio Conte ha ribadito che ''in Europa il vento sta cambiando'' indicando chiaramente che l'unica strada percorribile con la terribile recessione che abbiamo alle porte, è quella di un sempre maggior impegno e sostegno tra Stati europei e di una Comunità sempre più coesa i nostri rappresentanti locali si esibiscono in queste prese di posizione fini a sé stesse, che indeboliscono il Paese, lo dividono ulteriormente, soffiando sul fuoco dell'insofferenza e facendo, di fatto, il gioco di chi non spera altro che ''l'Europa di disintegri di fronte al Covid-19''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 maggio - 19:27
Complessivamente ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone a 0,71%. Sono 12 i nuovi positivi, 9 con sintomi negli ultimi 5 giorni e 3 con screening
24 maggio - 18:58
I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone che resta sotto la soglia dell'1% di test positivi, a 0,71% per la precisione. Sono 4 i pazienti nei reparti di terapia intensiva. Il Trentino si porta complessivamente a 5.399 casi da inizio emergenza coronavirus
24 maggio - 17:24

Il Tweet indifendibile, se vero (che recita ''quelli con più morti siete voi lumbard e spero di vederli crescere sempre di più, schiattate merde''), è stato pubblicato il 21 maggio. Il giorno dopo l'Fbk ha dato la sua versione spiegando che il ricercatore ha affidato la questione alla polizia postale. Ieri è finito sulla pagina Facebook del leader della Lega (con circa 10.000 commenti) e, così, oggi l'assessore Spinelli si è sentito in dovere di dire la ''sua'' usando, comunque, due pesi e due misure rispetto ad altre vicende simili e più chiare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato