Contenuto sponsorizzato

Ex ideologo del M5S ed ora vicino a Salvini, Paolo Becchi entra nel consiglio d'amministrazione dell'Università di Trento

Lo ha nominato ufficialmente la Giunta provinciale, con un provvedimento proposto dall'assessore Mirko Bisesti. La nomina è a seguito della proposta del Miur di Becchi come proprio rappresentante, secondo quanto previsto dallo statuto dell'Università di Trento

Pubblicato il - 25 gennaio 2020 - 08:52

TRENTO. Prima Vittorio Sgarbi, poi Stefano Zecchi ed ora Becchi. Il Trentino sembra diventare, per certi versi, un vero e proprio salotto televisivo. Nell'ultima seduta, infatti, la Giunta provinciale ha ratificato la proposta arrivata dal Miur di inserire nel Consiglio d'amministrazione dell'Ateneo di Trento Paolo Becchi.

 

Filosofo e accademico italiano, si è fatto conoscere per la sua partecipazione a diverse trasmissioni televisive. Definito da molto inizialmente come “ideologo dei 5 Stelle” nel 2016 si è allontanato dal movimento criticandolo duramente. Successivamente si è invece avvicinato a Matteo Salvini, incentrando spesso il suo discorso politico coniugando istanze federaliste e sovraniste in linea con la nuova Lega.

 

Come già detto, la nomina è arrivata a seguito della proposta del Miur di Becchi come proprio rappresentante, secondo quanto previsto dallo statuto dell'Università di Trento. Becchi, nato a Genova nel 1955, è professore ordinario di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Genova. Tra le altre cose è anche editorialista di Libero e del Sole24Ore.

 

L'incarico decorre dalla nomina per un periodo di sei anni e non comporta alcun onere a carico del bilancio provinciale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 febbraio - 05:01

Negli scorsi giorni un incontro a Mestre dove un importante esponente austriaco dell'Fpo ha riproposto l'opera che collegherebbe la Laguna alle Dolomiti, all'Austria e alla Germania: 280 chilometri che piacciono a tanti anche in Veneto 

17 febbraio - 19:45

I sindacati Cgil, Cisl e Uil intervengono dopo i primi dati che emergono a seguito dell'applicazione dei 10 anni di residenza quale criterio per accedere alle case Itea: -15% in termini di assegnazione e -20% nel sostegno degli affitti

17 febbraio - 20:04

Uno spazio nuovo, contemporaneo, che si troverà all'inizio di via Suffragio in piazzetta Nicolò Rasmo. L'iniziativa è di Filippo Sartori e l'apertura è prevista tra aprile e maggio. Piatti della cucina italiana/mediterranea, anche per palati vegetariani

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato