Contenuto sponsorizzato

La rettifica della Lega dopo l'articolo ''Dagli 'amici' piazzati nei Cda a Kaswalder che non molla la poltrona, dagli spot boomerang a Report: Fugatti dove sta portando il Trentino?''

Dopo l'articolo di questa mattina è arrivata una richiesta di rettifica che pubblichiamo integralmente: dei tanti punti toccati la cosa che preme sottolineare è che la parola Andrangheta è stata scritta erroneamente dall'ufficio stampa e non dall'assessore (che magari una rilettura di quello che gli viene fatto dire potrebbe anche farla)

Di Luca Pianesi - 11 giugno 2020 - 19:22

TRENTO. C'era di tutto in quell'articolo e il titolo era piuttosto eloquente: “Dagli ''amici'' piazzati nei Cda a Kaswalder che non molla la poltrona, dagli spot boomerang a Report: Fugatti dove sta portando il Trentino?”. C'era anche una domanda aperta alla quale si poteva dare una risposta, volendo. Invece l'Ufficio stampa Lega Salvini ha inteso rettificare un'unica cosa: il fatto che chi ha scritto la parola Andrangheta nel comunicato stampa che termina con ''questo quanto dichiarato in una nota dal Segretario della Lega Salvini Trentino Mirko Bisesti'' non era lo stesso assessore all'istruzione e cultura della Provincia ma un ''mero errore di battitura nella fase di invio della mail ai media''.

 

Di più la richiesta di rettifica specifica che ''quindi non è ascrivibile, come ovvio dal momento che il comunicato viene firmato dal presente ufficio stampa, al Segretario e Assessore all'Istruzione. Si richiede pertanto rettifica, specificando l’estraneità del Segretario della Lega per quanto riguarda la parola in questione''. Tutto giusto, la colpa è dell'ufficio stampa però forse un pochino, ci permettiamo di dirlo, anche dell'assessore che, evidentemente, nemmeno legge quello che dichiara nelle note stampa. Si sarebbe accorto subito dell'incredibile errore, ne siamo certi. Ma in questi giorni l'assessore è impegnatissimo, come il resto della Giunta, a presenziare ad ogni apertura di scuola.

 

Evidentemente erano talmente dubbiosi loro stessi del fatto che nidi e materne avrebbero riaperto (nonostante l'ordinanza provinciale che dà tempo massimo fino al 18 giugno) che hanno deciso di verificare di persona, scuola per scuola. Il tutto mentre l'economia va a rotoli, il futuro è incerto, ogni comparto è in agitazione e si esce da uno dei periodi più tragici della storia provinciale.

 

Ma a chi governa il Trentino interessa mostrarsi più che mostrare (magari idee, prospettive, proposte, visioni, numeri e dati) e allora ecco spiegato il poco tempo dell'assessore-segretario da dedicare a letture e approfondimenti figurarsi a quello che gli viene fatto dire dal suo ufficio stampa. Tutto torna. Questa la lista di comunicati stampa della Pat sui nostri assessori in gita per le riaperture delle prime materne in poco meno di quattro giorni. Una cosa mai vista prima nemmeno nei primi giorni di scuola veri, considerando che questa riapertura, lo ricordiamo, durerà poco meno di una cinquantina di giorni.

 

Fugatti: "Insegniamo ai bambini il coraggio della normalità"

Rientro a scuola per i bimbi del Sacro Cuore di Trento

Riaperte le scuole materne di Vattaro e Centa San Nicolò: un segnale di speranza nel post-Covid

Riaperta la scuola materna di Castello Tesino

Oltre il Coronavirus: riapre anche la materna del Vanoi

Scuole materne: anche a Villa Agnedo ripresa l’attività didattica

Ritorno a scuola per i bimbi di Rabbi

Bisesti: “Riapertura materne, test importante in vista di settembre”

 

 

 

 

Qui il testo integrale della richiesta di rettifica

 

Buongiorno, in merito all’articolo “Dagli ''amici'' piazzati nei Cda a Kaswalder che non molla la poltrona, dagli spot boomerang a Report: Fugatti dove sta portando il Trentino?” vengono riportate due frasi di cui chiediamo rettifica: “Si è arrivati a strumentalizzare mediaticamente la riapertura dell'unica scuola che si è adeguata da subito alle linee guida con delle dirette Facebook coordinate su tutti i profili della maggioranza e si è conclusa martedì è arrivato l'assessore all'istruzione e cultura Bisesti che ha definito Andrangheta la 'ndrangheta nel suo comunicato” e la seguente frase: “Nota finale, anche qui utile a dare una risposta alle domande di inizio articolo: ieri è stata la giornata della maxi operazione contro la 'ndrangheta con venti arresti e la conferma di un radicamento delle 'ndrine anche in regione. Il segretario della Lega Mirko Bisesti ha voluto esprimere il suo plauso alle forze dell'ordine e lo ha fatto, da assessore all'istruzione e alla cultura provinciale, coniando un nuovo termine: L'Andrangheta, con tanto di lettera maiuscola”.

Al riguardo si segnala che si tratta di un mero errore di battitura nella fase di invio della mail ai media, che quindi non è ascrivibile - come ovvio dal momento che il comunicato viene firmato dal presente ufficio stampa - al Segretario e Assessore all’Istruzione. Si richiede pertanto rettifica, specificando l’estraneità del Segretario della Lega per quanto riguarda la parola in questione.

Cordiali saluti,

Ufficio stampa Lega Salvini Trentino

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 17:27

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi: il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure ospedaliere. Il totale è di 6.614 casi e 471 decessi da inizio epidemia coronavirus

30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato