Contenuto sponsorizzato

"Un mare di idee", il nuovo evento delle Sardine per discutere di temi: "Per creare una carta 'programmatica' da presentare alle forze politiche"

Si svolgerà il 19 febbraio "Un mare di idee": sette tavoli per sette temi (dall'inclusione all'ambiente, dalla sicurezza all'istruzione). Una fase propositiva che le Sardine sperano possa portare a soluzioni concrete per la città di Trento, ma non solo. Lorenzo Lanfranco: "Vogliamo essere l'anticorpo alla politica dell'odio"

Illustrazione di Enrico Ferrari
Di A.V. - 31 gennaio 2020 - 17:19

TRENTO. "Un mare di idee", questo il titolo del nuovo evento promosso dalle Sardine per Trento. E' proprio di qualche settimana fa l'invito, postato sui social, rivolto a chiunque volesse proporre idee, progetti, soluzioni concrete per Trento (QUI ARTICOLO). Dopo aver riempito Piazza Duomo con luci, sorrisi e musica (QUI ARTICOLO), per le Sardine ora si appresta ad iniziare una fase di confronto e dibattito positivo.

 

"Le Sardine sono tornate! - si legge nella descrizione dell'evento (QUI EVENTO) - Ci siamo presi una pausa per riflettere e organizzarci, ora siamo pronti e pronte per ripartire, ma stavolta non scenderemo in piazza. È arrivato il momento di proporre, è arrivato il momento di immaginare una città che da eccellente possa diventare meravigliosa".

 

Da qui, quindi, la proposta per coinvolgere più persone possibili in un progetto che metta al centro la città e le sfide che, ogni giorno, si trova ad affrontare. 

 

"Il 19 Febbraio ci vediamo in luogo ancora da decidere per parlare e confrontarci su temi fondamentali. Ci sarà una rotazione in modo che ciascuno possa trattare diversi temi, il modello sarà quello del 'World Café'. È il momento che le Sardine creino una loro proposta".

 

Contestualmente all'appello di qualche settimana fa, sui social era stato postato anche un sondaggio con il quale si chiedeva quali fossero i temi, le questioni, le prove più urgenti che la città di Trento (e la società tutta) si trova ad affrontare. E sarà proprio su questi temi, queste questioni e queste prove che, il 19 febbraio, i partecipanti al 'World Café' delle Sardine si confronteranno. Eccoli:

 

1. Differenze e inclusione

2. Ambiente

3. Cultura e istruzione

4. Partecipazione

5. Lavoro

6. Sicurezza

7. Politiche giovanili e vita cittadina

 

Ogni argomento verrà affrontato in un tavolo di lavoro dedicato. I partecipanti all'evento si accomoderanno, a turno, attorno a ciascun tavolo e potranno, così, discutere assieme, confrontarsi, proporre idee e soluzioni. Ad aiutarli in questo compito ci saranno dei mediatori che guideranno le discussioni.

 

Non è stato ancora indicato il luogo dell'evento. "Stiamo cercando di capire quante persone ci saranno - spiega Lorenzo Lanfranco, delle Sardine per Trento -. Il posto verrà scelto anche in base al numero dei partecipanti. Avevamo fatto un sondaggio ad hoc per selezionare le tematiche di cui ci saremmo occupati. Ci saranno sette tavoli di lavoro e, per ciascun tavolo, un mediatore con competenze specifiche cui spetterà il compito di portare avanti un dibattito interessante".

 

I partecipanti staranno seduti ad ogni tavolo e poi cambieranno (tavolo e, dunque, argomento) cosicché il tono e le argomentazioni della discussione rimangano sempre stimolanti, per tutti. "Vogliamo che tutto sia molto dinamico - continua Lanfranco -. Il mediatore dovrà riprendere quanto è stato detto dai partecipanti precedenti ed avviare il dibattito con i 'nuovi' partecipanti. Ognuno ha idee diverse ed è bello che ciascuno possa esprimere la propria confrontandosi con gli altri".

 

L'evento è in programma dalle 18.30 alle 20.30, anche se (non è difficile immaginarlo) la discussione potrebbe protrarsi ben oltre l'orario previsto. "Prima il dovere e poi il piacere", dice un vecchio detto e le Sardine hanno pensato pure a questo. "Dopo la fatica arriva il piacere: cibo e musica per conoscerci e vivere un momento conviviale - sempre più raro - tutti insieme", si legge sull'evento.

 

"Dobbiamo prima capire quante persone ci saranno precisamente - spiega Lorenzo Lanfranco -. Ma ci stiamo già muovendo per contattare alcune cooperative che possano darci una mano con la cena. E' una cosa che fanno spesso anche le Sardine di Bologna. Sarà un momento conviviale in cui, in maniera più informale, ci si potrà conoscere e si potrà continuare a discutere".

 

Per iscriversi all'evento è necessario compilare un form appositamente preparato (QUI FORM). "E' importante che le persone che sono seriamente intenzionate a partecipare all'evento, compilino il form. Per ragioni organizzative abbiamo bisogno di avere numeri precisi. Tutte le informazioni saranno poi inviate via mail o telefono a tutti gli iscritti", conclude Lanfranco.

 

L'evento "Un mare di idee" non sarà un evento autoreferenziale e conclusivo, anzi. Sarà solo l'inizio di una fase propositiva che - questa è la speranza delle Sardine - dovrebbe portare ad un dialogo con la politica e alla messa in campo di soluzioni concrete. "La nostra grande speranza - commenta Lanfranco - è che dalla serata esca una vera e propria 'carta programmatica' che raccolga tutte le suggestioni uscite durante il dibattito".

 

"Poi - continua - speriamo di poter incontrare tutte le forze politiche, presentare loro questo 'documento' e, senza slogan e bandiere, valutare insieme proposte concrete per la città".

 

Le Sardine, ad oggi però, ci tengono a specificare una cosa. "Per ora non stiamo pensando di scendere in campo in prima persona per le Comunali - commenta Lorenzo Lanfranco -. Come già avevamo detto, quello a cui teniamo maggiormente è abbassare i toni della politica, eliminare un linguaggio violento e fazioso che incita all'odio e all'intolleranza. Noi vogliamo parlare di temi e proposte serie. Il nostro obiettivo è creare un dibattito costruttivo e riavvicinare le persone alla politica. Poi, ovviamente, per temi e contenuti siamo più vicini allo schieramento di centro-sinistra ma vogliamo dialogare con tutti, nessuno escluso. Vogliamo essere, insomma, l'anticorpo alla politica dell'odio". 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 09:39

Attorno alle 9 una densa colonna di fumo si è alzata da una casa. Le fiamme hanno avvolto il tetto di un'abitazione a Verla di Giovo, in Val di Cembra. Sul luogo diversi corpi dei vigili del fuoco per domare l'incendio

20 ottobre - 09:09

A causa dell'auto incidentata, rimasta bloccata sulla carreggiata, lungo la strada statale 47 della Valsugana si sono formate lunghe code, i mezzi procedono a passo d’uomo. C’è anche un ferito trasportato in ambulanza all’ospedale

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato