Contenuto sponsorizzato

Viabilità, pronti 83 milioni di euro per finanziare le opere progettate dalle Giunte precedenti

Saranno finanziate quelle opere che presentano già un progetto esecutivo e quindi possono partire più in fretta. Il presidente della Pat Fugatti: “Nessuna valutazione di tipo politico, progetti utili che le giunte precedenti avevano ritenuto importanti”

Di Tiziano Grottolo - 13 September 2020 - 14:02

TRENTO. Nel tentativo di far ripartire l’economia la giunta Fugatti si sta concentrando con particolare attenzione nel settore delle costruzioni, proprio per questo sono stati messi sul piatto 83 milioni di euro per finanziare una serie di opere per le quali è già disponibili un progetto esecutivo.

 

“Abbiamo ricercato quelle opere con un progetto esecutivo che negli anni passati le giunte precedenti avevano ritenuto importanti”, ha spiegato il presidente della Pat Maurizio Fugatti. Si tratta di strutture che erano già state finanziate ma per una serie di motivi erano state sospese, spesso per esigenze di bilancio. “Stiamo parlando di un intervento utile – perché queste opere sicuramente servono ha osservato Fugatti – ma che mira a movimentare risorse in poco tempo”. Dai sei mesi a un anno secondo le previsioni del presidente della Pat che ha sottolineato come non sia stata fatta una “valutazione di tipo politico” proprio per l’urgenza e la necessità di tali opere, già in uno stato avanzato di progettazione.

 

Per il finanziamento da 83 milioni sono state movimentate risorse che erano già all’interno della legge di assestamento e che quindi non riguardano i famosi 217 milioni “parcheggiati” sui fondi di riserva e per i quali la Prima commissione incontrerà la Giunta che presenterà la propria relazione su come verranno spesi.

 


 

Come già anticipato le opere finanziate sono interventi che erano stati sospesi nelle precedenti programmazioni in attesa di reperire le risorse, ma che risultano essere in avanzato stato di progettazione e che quindi si prestano ad una rapida cantierabilità. Tra queste vi sono l'adeguamento della galleria di Ponte Pia nelle Giudicarie (25 milioni di euro), il primo intervento di messa in sicurezza della Galleria dei Crozi (11,5 milioni di euro), il completamento dello svincolo di Malè (2,8 milioni di euro), l'allargamento della strada provinciale Menador (9 milioni di euro), lo svincolo per Sano a Mori (2,8 milioni di euro).

 

Sono stati inseriti in questa programmazione, al fine di avviare da subito le attività di progettazione, anche due ulteriori interventi che non hanno ancora un progetto esecutivo, ma che presentano caratteristiche di urgenza in quanto finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale e della circolazione viaria. Si tratta della sistemazione della statale dell'Altopiano di Folgaria (4 milioni di euro) e il sottopasso della ferrovia Trento-Malè a Mezzolombardo (7 milioni di euro).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato