Contenuto sponsorizzato

Aveva provocato un incidente in Valsugana, ora è già tornato con un nuovo carrello. Oss Emer: Le autorità sono impotenti"

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

Di Davide Leveghi - 03 March 2021 - 19:30

PERGINE VALSUGANA. Protagonista in mattinata di un incidente procurato lungo la strada statale 47 della Valsugana, “l'uomo con il carrellopersevera nel mettere a rischio sé stesso e gli altri. Segnalato più volte mentre percorreva la tangenziale in bicicletta e spingendo un carrello, nelle prime ore di mercoledì 3 marzo se l'è vista brutta, quando un'auto ha colpito il carretto facendolo cadere dalla bicicletta.

 

Per evitare l'investimento, poi, due mezzi si sono toccati. E seppur senza feriti, tale episodio sarebbe potuto finire ben peggio – senza considerare i danni ai veicoli. “Per un comportamento del genere, che avrebbe potuto provocare una tragedia, dovrebbe essere arrestato”, dichiara esasperato il sindaco di Pergine Valsugana Roberto Oss Emer.

 

D'altronde il soggetto non è la prima volta che fa parlare di sé. Con il suo carrello e i suoi comportamenti ha “tenuto in scacco” il capoluogo valsuganotto, occupando la rotonda del centro e infastidendo non poco automobilisti e operatori del Comune. Ma nonostante le denunce, gli interventi delle autorità e perfino un “foglio di via”, quest'uomo continua a imperversare.

 

“Quello che è avvenuto stamane (la mattina del 3 marzo, ndr) è una cosa incommentabile – commenta il sindaco perginese – né le forze dell'ordine né la magistratura sono in grado di porre fine alle gesta di questo personaggio. E questo nonostante abbia accumulato almeno 20 denunce durante la mia amministrazione, per reati connessi al danneggiamento delle proprietà pubbliche e all'interruzione dei pubblici servizi. E ancora una decina da parte dei cittadini. I carabinieri gli hanno consegnato anche un foglio di via, ma lui continua a fare quello che fa. E le autorità sono impotenti”.

 

“Io sono convinto che sia più furbo che malato – prosegue Oss Emer – nei verbali depositati in magistratura mi ha anche minacciato di ritorsioni, affermando che sa dove abito e che ha fatto diversi sopralluoghi notturni fuori da casa mia. La cosa non mi preoccupa, la magistratura ne è al corrente. Ma il fatto avvenuto stamattina e che poi sia stato nuovamente visto lungo l'arginale a Pergine, con un altro carrello pieno di bici, è incredibile e allucinante. Non so che dire, sono amareggiato”.

 

Da parte sua, il Comune ha cercato in tutte le maniere di intervenire. Eppure il soggetto, anche se allontanato, torna ineluttabilmente a fare ciò che faceva, disinteressandosi delle sanzioni, degli ammonimenti e, come visto nella tragedia sfiorata, delle conseguenze che le sua azioni possono avere sugli altri.

 

“Il ragionamento del comune cittadino è di dire: 'se io facessi la stessa cosa verrei arrestato' – continua Oss Emer – e allora se la prende con il sindaco, con la polizia locale, con i carabinieri. Ma io rimango basito perché a lui non gliene frega niente. Non si capisce dove dorma, ma penso che qualcuno una mano gliela dia. Ho già chiesto e ottenuto che gli venisse fatta una perizia psichiatrica, ma non è risultato nulla di particolare. So che nei prossimi giorni, così mi hanno annunciato, verrà nuovamente sottoposto a qualche visita. Verrà giudicato solo estroverso, e allora che si può fare?”.

 

La situazione, quindi, pare irrisolvibile. “Ho provato in tutte le maniere ma non ci sono gli strumenti per intervenire – ha affermato – ci deve essere un buco normativo, non è possibile. Quello che potevo fare l'ho fatto. Noi abbiamo cercato in tutte le maniere di intervenire e interveniamo ogni volta che lo si vede o ci arrivano segnalazioni. Lo si ferma, lo si identifica, ma ad esempio, come si può dire che abbia rubato le biciclette? Spero che qualcuno intervenga al più presto. Io continuerò così come ho fatto finora. Di più di così non posso fare”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 aprile - 06:01
Maestri di sci, titolari di ristoranti e bar hanno deciso di partire dalle valli di Fiemme e Fassa per protestare davanti ai palazzi della [...]
Cronaca
20 aprile - 20:52
Emergono le prime misure contenute nella bozza del prossimo decreto legge per fronteggiare l'emergenza Covid. Alcune modifiche potrebbero [...]
Cronaca
20 aprile - 20:27
Trovati 85 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 145 guarigioni. Sono 1.278 i casi attivi sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato