Contenuto sponsorizzato

Circonvallazione ferroviaria di Trento: “Non siamo contro il progetto ma la cittadinanza deve essere coinvolta”. Le proposte di Carli, Maschio e Urbani

Marcello Carli, Andrea Maschio e Giuseppe Urbani hanno presentato una mozione per coinvolgere la cittadinanza nelle scelte che riguardano la circonvallazione ferroviaria che attraverserà la città di Trento: “È un tema trasversale da affrontare senza le casacche di partito”

Di Tiziano Grottolo - 06 ottobre 2021 - 13:37

TRENTO. Coinvolgere la cittadinanza nelle scelte che riguardano circonvallazione ferroviaria che attraverserà la città di Trento. Questa in sostanza la richiesta che arriva da tre consiglieri comunali di opposizione che hanno deciso di fare quadrato per far valere la loro proposta, messa nero su bianco in una mozione che sarà presentata in Consiglio comunale. Nello specifico si tratta dell’ex candidato sindaco Marcello Carli, Andrea Maschio (Onda Civica) e Giuseppe Urbani (Fratelli d’Italia).

 

I tre consiglieri sono riusciti a strappare la promessa di un Consiglio comunale straordinario sul tema della circonvallazione ferroviaria e sull’interramento della linea esistente. Nel frattempo l’invito, rivolto a tutti i colleghi (in particolare ai Verdi), è quello di firmare la mozione “perché – spiegano – è un tema trasversale da affrontare senza le casacche di partito”. D’altra parte i dubbi e le criticità sull’opera non mancano. “La mozione – sottolinea Maschio – vuole aprire uno spazio di confronto con l’intento di far partecipare al dibattito la cittadinanza. È arrivato il momento di affrontare di tutto ciò di cui non si è parlato finora e di problemi ce ne sono, a partire dai costi”.

 

Come spiega Carli, da quanto è trapelato nel merito del progetto, sembrerebbe che la linea ferroviaria verrà interrata all’altezza della località Acquaviva, a Mattarello, per poi sbucare a nord, all’altezza dell’ex scalo Filzi. “Così facendo si creeranno gravi disagi agli abitanti di Mattarello, San Martino e Gardolo, di fatto il problema non sarà risolto ma solo spostato”. Stando ai dati snocciolati dall’ex candidato sindaco con l’entrata in funzione del Bbt, il tunnel ferroviario del Brennero, aumenterà il traffico sulla linea: “Si parla di un treno ogni 6 minuti, con convogli lunghi anche 750 metri che in alcuni punti passeranno ad appena 11 metri di profondità. Ciò significa che una circonvallazione serve, altrimenti la città diventerà invivibile, ma bisogna valutare anche il come verrà realizzata”.

 

Dello stesso avviso anche il consigliere Urbani che ribadisce come la questione riguardi tutta la cittadinanza e tutti i partiti. “Alcuni residenti rischiano di subire dei danni, non solo materiali. In ballo c’è la loro tranquillità. Per il momento, grazie alle nostre interrogazioni, abbiamo saputo che i residenti saranno sostenuti dalla Giunta qualora subiscano dei danni legati ai cantieri di Rfi”. L’eletto di Fratelli d’Italia fa sapere che, qualora ci siano domande da parte della cittadinanza, saranno proprio i consiglieri a farsene carico per portarle in aula.

 

In sostanza i tre consiglieri chiedono un maggior coinvolgimento della popolazione nel dibattito, peraltro previsto dalle stesse norme tecniche del progetto. “Nessuno sa quanto Comune e Provincia possano effettivamente incidere perché in ballo ci sono anche una serie di protocolli che sono già stati firmati. Eppure – conclude Carli – la Provincia è sempre rimasta in silenzio su questo progetto. Ciascuno deve fare il suo, Comune compreso, speriamo che l’Amministrazione ponga il problema e stimoli un dibattito con Piazza Dante”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
20 ottobre - 09:31
Secondo Confesercenti gli studenti che escono dalle scuole alberghiere con un buon grado di formazione sono pochi e spesso manca la voglia di fare [...]
Cronaca
20 ottobre - 11:22
Il poliziotto penitenziario aggredito è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento con diversi traumi. Il [...]
Politica
19 ottobre - 21:23
La senatrice Donatella Conzatti: "Serve indagare i profili giuridici della vicenda dopo che poco più di un anno fa il governo centrale ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato