Contenuto sponsorizzato

Turismo, il Pd chiede un'accelerata sul collegamento ferroviario Trentino-Catullo. "La Pat si impegni a promuoverlo. E' un vantaggio per l'ambiente"

Da anni sul tavolo, la variante ferroviaria per collegare Verona all'aeroporto Catullo attende ancora i finanziamenti per l'avvio dei lavori. Per questo i consiglieri provinciali del Partito democratico hanno impegnato la giunta ad attivarsi

Pubblicato il - 16 febbraio 2021 - 19:05

TRENTO. Dare un'accelerata al progetto di collegare l'aeroporto Catullo con la ferrovia per promuovere il turismo in Trentino. È questo il senso della proposta di mozione presentata dai consiglieri provinciali del Partito democratico Sara Ferrari, Luca Zeni, Alessandro Olivi e Alessio Manica.

 

Già da tempo, infatti, la Provincia di Trento si è impegnata in accordi di partnership con l'aeroporto scaligero. All'arrivo a Verona, i viaggiatori si trovano di fronte alla scritta “Trentino-Gateway to the Dolomites”, a testimonianza di quell'impegno preso dalle due parti in vista delle Olimpiadi invernali del 2026, e, più in generale, della promozione turistica della provincia.

 

Considerato il numero di compagnie aeree che volano sulla città veneta, da e verso una novantina di destinazioni, Verona non può non svolgere un ruolo decisivo per il collegamento tra il resto del mondo e Trento. Ma se questo è un dato di fatto ben chiaro in Piazza Dante, ben diversa è la situazione attuale, con collegamenti decisamente poco scorrevoli, in particolare via ferro. Raggiungere lo scalo, ubicato a cavallo dei territori di Villafranca di Verona, nella frazione di Dossobuono, e di Sommacampagna, nella frazione di Caselle, è possibile in treno solamente scendendo a Dossobuono, stazione posta lungo la linea Verona-Mantova.

 

Dal Trentino, di contro, risulta necessario prendere una navetta alla stazione di Verona Porta Nuova, che dallo scalo ferroviario posto lungo la linea del Brennero raggiunge il Catullo con una frequenza che dipende dalle fasce orarie. Ed è proprio su questo collegamento che da tempo si discute un progetto per dar vita a una variante della linea Verona-Mantova-Modena, capace di deviare dalla linea principale e di collegare l'aeroporto con la ferrovia.

 

L'opera, inclusa nel Programma infrastrutture strategiche, ha già raggiunto un certo grado di maturità progettuale ma a causa della mancanza di finanziamenti è ancora lungi dall'essere messa in pratica. Da parte loro diverse amministrazioni comunali, da Verona a Villafranca, passando per Sommacampagna, hanno approvato una delibera per sollecitare Regione Veneto e Ferrovie dello Stato per realizzare l'infrastruttura.

 

Con un progetto pensato “in trincea”, cioè in galleria, per limitare al minimo l'impatto ambientale, il collegamento tra l'aeroporto e la stazione di Verona “porterebbe vantaggi significativi anche al Catullo – scrivono i consiglieri dem – il quale potrebbe così estendere fortemente il suo bacino d'utenza e quindi la possibilità di crescita del proprio traffico aereo”.

 

Per quanto riguarda il Trentino – continuano – il progetto di collegamento non può che essere visto con favore, non solo perché può favorire forme di turismo che, utilizzando i mezzi pubblici, risultano meno impattanti anche per il nostro territorio, ma anche per permettere a molti residenti di uscire agevolmente dalla Provincia per recarsi in luoghi raggiunti da collegamenti aerei senza dovere utilizzare un proprio mezzo privato per raggiungere l'aeroporto”.

 

Pertanto, “considerando la composizione societaria dell'aeroporto Valerio Catullo, che vede la Provincia di Trento presente attraverso la società Aerogest”, i consiglieri impegnano la giunta “a sostenere, anche attraverso i propri consiglieri all'interno della società Aerogest, il progetto di collegamento ferroviario diretto tra l'aeroporto Catullo e la linea ferroviaria Verona-Mantova”, “a chiedere alla Regione Veneto e a Rete ferroviaria italiana, per quanto di rispettiva competenza, di attivarsi per realizzare il collegamento ferroviario diretto dall'aeroporto con la linea ferroviaria Verona-Mantova, con la realizzazione di una nuova stazione dedicata a servizio dell'aeroporto” e, infine, “ad inviare il presente atto al Ministero per le infrastrutture ed i trasporti per far conoscere anche la posizione del Trentino in merito all'opera e così promuoverne la realizzazione”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato