Contenuto sponsorizzato

Campagna elettorale, Biancofiore a Terragnolo (con accento sbagliato) dice ''no'' alla Valdastico di Fugatti: ''Non ne capisco l'utilità. Si investa in energia rinnovabile''

A Rovereto la sfida tra i due principali poli al Senato è tra Conzatti e Biancofiore. Qualche giorno fa l'ex forzista ha fatto uno dei suoi video selfie sui territori dove ha chiarito che avendo visto con i suoi occhi la zona dove dovrebbe passare la Valdastico ha capito che non avrebbe nessuna utilità

Di Luca Pianesi - 18 September 2022 - 16:31

ROVERETO. In un quadro elettorale generale non certo entusiasmante (non a caso con previsioni di astensione da record) gli elettori della Vallagarina e dell'Alto Garda sono certamente tra quelli più in difficoltà di tutti per la proposta politica che gli è stata offerta dai partiti di destra e di centrosinistra, al Senato.

 

Da un lato l'inguardabile ''tutti dentro'' voluto dal centrosinistra trentino in tutti i collegi del Senato con partiti e movimenti che si stanno letteralmente massacrando su scala nazionale, dal Pd ad Azione, da Italia Viva a SinistraItaliana/Verdi, ma che qui si presentano tutti uniti, più o meno appassionatamente (salvo poi tornare a farsi le scarpe con i candidati alla Camera dove l'accrocchio non poteva essere fatto e dove, quindi, si ritrova un ''Terzo Polo'' vero formato nazionale).

 

Nel collegione di Rovereto lo hanno fatto per sostenere Donatella Conzatti, senatrice uscente di Italia Viva ma che era stata ''entrante'' nel 2018 con la coalizione composta da Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia. Quattro anni fa, infatti, la tenne a ''battesimo'', dal punto di vista elettorale, proprio quella Michaela Biancofiore che oggi è la sua principale avversaria. E' lei la rappresentante della destra (Lega, Fratelli d'Italia, Noi Moderati e Forza Italia) e in questi giorni sta girando il territorio facendo dei video selfie promozionali.

 

Quello a Terragnolo è davvero emblematico. Intanto, pronti via, Biancofiore sbaglia completamente l'accento del paese dimostrando di non essere proprio ferratissima sulla zona. Ma quel che segue ha dell'incredibile. Si lancia su quello che, effettivamente, è il vero grande tema che tiene banco da anni in quelle zone: il fatto che Fugatti e la maggioranza provinciale (che va da Forza Italia a Fratelli d'Italia) sotto quelle montagne e tra quelle valli vorrebbero far passare la Valdastico, l'Autostrada A31.

 

''Io sono a favore di infrastrutture utili allo sviluppo economico e sociale dei territori - spiega Biancofiore - ma è indubbio che ci sono luoghi dove l'impatto ambientale sarebbe devastante togliendogli magia e attrattività. Sono salita fin quassù e non capisco l'utilità di un ponte e di un'autostrada che taglia in due la valle, ora che ho approfondito. Non capisco bene perché bisognerebbe costruire un'infrastruttura quando ci sono già 4 strade qui intorno che collegano il Veneto. Ne parlerò con il presidente della Provincia e cercherò di indirizzare i soldi del Pnrr pronti per queste strutture, magari per la costruzione di impianti ad energia rinnovabile a impatto zero che oggi sono molto più urgenti e che rendano il Trentino e il Pasubio autosufficienti''.

 

 

 

 

Insomma tutto il contrario di quel che dice Fugatti e la sua maggioranza da anni. Forse anche il Presidente della Provincia dovrebbe andare a fare una gita a Terragnolo (con l'accento giusto) e capirebbe quel che ha spiegato benissimo la loro candidata alle nazionali al Senato: nessuna utilità e anzi impatto ambientale devastante.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 Oct 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 ottobre - 11:49
Il Consiglio delle Autonomie Locali ha approvato un documento contenente le linee guida per i comuni contro i rincari. "Indicazioni di buon senso" [...]
Cronaca
07 ottobre - 12:03
Ancora una poiana (animali protetti) impallinata da ''frange di cacciatori che sparano a tutto quello che si muove''. Merz (Lipu): ''. Fugatti [...]
Politica
07 ottobre - 09:30
Dopo 17 riunioni in 3 anni la “Commissione speciale d’indagine in materia di affidamento dei minori” non ha trovato nessuna irregolarità. La [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato