Contenuto sponsorizzato

Progetto Marvel: l'assessora Casonato incontra il Garante della privacy. Rischio sanzione per il Comune di Trento che, intanto, sceglie la via del silenzio

Fratelli d'Italia ha presentato una seconda interrogazione per chiedere conto del faccia a faccia. "Ci attediamo una risposta in tempi brevissimi prima della discussione riguardante l'approvazione del bilancio, onde evitare fraintendimenti. Si tratta di un tema delicatissimo e, pertanto, ci aspettiamo, da parte dell'amministrazione comunale, una replica chiara ed esaustiva" commenta il vice commissario provinciale di Fdi e consigliere comunale Cristian Zanetti

Di D.L. - 08 dicembre 2023 - 12:22

TRENTO. I progetti Marvel e Protector (QUI ARTICOLO) sono stati bloccati lo scorso 31 ottobre dal garante della protezione dei dati personali, intervenuto per fermare la sperimentazione (QUI ARTICOLO) promossa da comune di Trento e fondazione Bruno Kessler.

 

Il capoluogo, come noto, era una delle città "pilota" del progetto Marvel, finanziato dall'Ue e che annovera tra i suoi partner anche il Cnr, in cui sperimentare la “piattaforma tecnologica distribuita” che raccoglieva, attraverso le telecamere e i microfoni del sistema di video-sorveglianza di Trento, materiale audio e video utile a segnalare la presenza di potenziali pericoliatti criminalivandalismorissespaccio o anche affollamenti eccessivi e ingorghi del traffico.

 

A fine ottobre, però, il Garante della Privacy aveva però fermato tutto, indicando alcune violazioni: al Comune veniva contestata la possibilità di essere impegnato in attività di ricerca sulla materia e veniva giudicata insufficiente la tecnica utilizzata per rendere anonime le persone.

 

Qualche giorno fa (mercoledì 6 dicembre) l'amministrazione comunale, nella persona della neoassessora alla transizione verde, innovazione digitale e partecipazione Giulia Casonato ha incontrato il garante della privacy. Di cosa si è parlato? Probabilmente del fatto che esiste la (concreta) possibilità che al comune di Trento venga comminata una sanzione sulla base delle violazioni rilevate dallo stesso garante e, allo stesso, tempo dell'importo di tale multa.

 

Utilizziamo il condizionale perché, contattato da Il Dolomiti, il comune di Trento - tramite il proprio ufficio stampa - ha deciso di non rilasciare alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo "data la delicatezza dell'argomento".

 

L'esito dell'incontro e le possibili conseguenze pecuniarie sono oggetto di un'interrogazione da parte del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia.

"Grazie all'interrogazione del Gruppo di Fratelli d'Italia durante la seduta del consiglio comunale di martedì scorso - si legge nella nota ufficiale -, finalmente i cittadini hanno appreso in maniera inequivocabile che il rischio di trovarsi a dover sostenere l'importo di una sanzione per la partecipazione ai progetti "Marvel" e "Protector", in collaborazione con Fbk, risulta tutt'altro che remoto. Una scelta presa in autonomia dal sindaco e dalla giunta, che hanno tenuto minimamente conto dell'autorità del consiglio comunale".

 

Poi arriva la richiesta di spiegazioni.

 

"Nella mattinata di oggi (giovedì 7 dicembre, ndr) - prosegue il comunicato - abbiamo depositato presso la segreteria del consiglio l'ennesima interrogazione in merito, questa volta chiedendo conto al sindaco dell'incontro con il garante della privacy in programma nella giornata di ieri, mercoledì 6 dicembre. Abbiamo chiesto se siano state accolte le controdeduzioni dell'amministrazione comunale e, se nell'eventualità che non sia possibile escludere una sanzione, se si sia cercato di capire l'entità dell'importo che le casse cittadine potrebbero essere chiamate a sostenere. Ricordiamo che lo scorso anno l'amministrazione comunale aveva dovuto rimodulare l'Imis recuperare risorse. Oggi sarebbe davvero una beffa che quelle stesse risorse dovessero essere impiegate per rimediare a questa situazione".

 

"Ci attediamo una risposta in tempi brevissimi - aggiunge il vice commissario provinciale e consigliere comunale Cristian Zanetti - prima della discussione riguardante l'approvazione del bilancio, onde evitare qualsiasi possibile fraintendimento. Si tratta di un tema delicatissimo e, pertanto, ci aspettiamo, da parte dell'amministrazione comunale, una replica chiarissima ed esaustiva".

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 febbraio - 19:02
Le parole del vice-presidente della Comunità del Garda, Filippo Gavazzoni, mentre il Benaco raggiunge il livello di altezza idrometrica nel Garda [...]
Cronaca
28 febbraio - 20:18
Complicatissimo l'intervento dei vigili del fuoco di Madonna di Campiglio, considerato che la vettura si trovava su terreno innevato e in bilico [...]
Cronaca
28 febbraio - 19:19
Una buca di circa 40 centimetri di diametro si è aperta improvvisamente quest'oggi: la piccola rottura nell'asfalto è dovuta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato