Contenuto sponsorizzato

Canile, i 5 Stelle ammettono di aver sbagliato: "Ha ragione il Comune, non c'è elettrosmog"

Hanno fatto i rilevamenti con un tecnico per dimostrare la loro tesi: "Ma l'elettromagnetismo è oltremodo sotto i livelli minimi di allarme"

Pubblicato il - 13 novembre 2016 - 20:27

TRENTO. Nelle scorse settimane il gruppo consiliare in Comune a Trento del Movimento 5 Stelle aveva contestato la scelta della giunta a proposito del nuovo canile. Avevano contestato il luogo, "di proprietà di Trentino Trasporti che darebbe in comodato l'area per 10 anni".

 

Ma hanno espresso forti perplessità anche sui pericoli dell'area, sull'inquinamento elettromagnetico della zona sopra cui passano cavi di alta tensione che avrebbero, secondo gli esponenti grillini, danneggiato la salute di animali e operatori. "In risposta alle nostre osservazioni - scrivono i consiglieri - ci era stato assicurato che le tensioni in gioco non avrebbero dato alcun problemi. Abbiamo pertanto ritenuto opportuno recarci sul posto con Luca Defrancesco - spiegano i 5 stelle - tecnico informatico e specializzato nella ricerca dei campi elettromagnetici".

 

Ecco l'esito del sopralluogo effettuato dal gruppo consiliare e dall'esperto, con tanto di strumenti di misurazione alla ricerca di onde elettromagnetiche dannose: "L'esito che ne è derivato effettivamente conferma la tesi che la misura del campo elettromagnetico è oltremodo sotto i livelli minimi di allarme", ammettono i consiglieri pentastellati.

 

"Se da un parte non è di nostra competenza entrare nel merito tecnico del potenziale pericolo di campi anche cosi bassi - si giustificano dopo aver accusato la giunta di esporre persone e animali a situazioni insalubri - la nostra onestà intellettuale ci porta ad ammettere che quanto ci è stato riportato in merito alle emanazioni dell'attuale elettrodotto corrisponde al vero e pertanto facciamo un passo indietro sulle nostre osservazioni in merito".

 

Rimane però un punto che i 5 Stelle contestano, quello relativo alla destinazione, "quello sulla discutibile scelta di un area di proprietà altrui".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 febbraio - 09:57
L'incidente era avvenuto il 30 giugno scorso: dopo 8 mesi Stefano Bernard si è spento all'Ospedale Santa Chiara, grande il cordoglio in tutta la [...]
Montagna
22 febbraio - 10:12
È stato trovato accasciato a terra con gli occhi lucidi: faceva fatica ad articolare le parole. Così è stato sottoposto all'alcoltest
altra montagna
21 febbraio - 21:00
L'AltraMontagna ha deciso di dedicare la giornata di giovedì ad Alexander Langer, il cui anniversario della nascita invita a ripercorrerne la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato