Contenuto sponsorizzato

Cia e Fugatti: "Daldoss dietro l'acquisto della Bimo?" L'assessore: "Pronto a querelarli"

I due consiglieri provinciali parlano di un "curioso giro di società in Val di Sole, terra di Ugo Rossi e di Daldoss". L'assessore agli enti locali replica: "Questa gente getta solo fango e discredito"

Cia e Fugatti in Regione durante la conferenza stampa
Di Donatello Baldo - 01 settembre 2016 - 17:03

TRENTO. "È tutto regolare, ma è quanto meno curioso". "Sarà ma ho già intenzione di sporgere querela". Maurizio Fugatti (Lega) e Claudio Cia (Agire) hanno 'lanciato il sasso' e l'assessore Daldoss non s'è fatto pregare due volte e, intervistato da ilDolomiti.it,  ha risposto per le rime. I due consiglieri provinciali di minoranza hanno convocato i giornalisti per una conferenza stampa rivelando quella che per loro è "una curiosità": in Val di Sole, terra di provenienza di Ugo Rossi e dell'assessore Daldoss, la Finint Smart Energy, fondo gestito da Finint Investments Sgr che si occupa di efficienza energetica, avrebbe acquistato il 100% delle quote della Bimo srl, una società con sede a Commezzadura che si occupa di teleriscaldamento. Quest'operazione prevede, stando a quanto si apprende dai due consiglieri, un investimento di circa 2 milioni di euro. Di questi, "molti saranno spesi per coprire le perdite della Bimo srl che – afferma il consigliere del Carroccio – stando ai verbali della società ammontano nell'anno in corso a più di un milione e 200 mila euro. Un vero e proprio salvataggio".

 

La Finint Investments Sgr, società con sede a Conegliano, si è aggiudicata nel 2014 la gestione del Fondo strategico del Trentino Alto Adige/Sudtirol che ha un patrimonio di 200 milioni di euro, sottoscritto per 75 milioni dalla Provincia di Trento, per altri 75 dalla Provincia di Bolzano e per il restante da Laborfonds. Si legge poi nell'interrogazione che "dal 2015 la stessa società gestisce anche il Fondo Housing Sociale Trentino che si occupa della dell'offerta di alloggi e servizi abitativi a prezzi contenuti a cittadini con basso reddito". E la stessa Sgr "risulta gestire anche la Finint Smart Energy - continuano gli esponenti dell'opposizione - la stessa società che ha comprato la Bimo srl di Commezzadura". Per poco, tra l'altro: "A uno dei soci hanno corrisposto poco più di 600 euro, all'altro poco più di 300", precisa Maurizio Fugatti.

 

"È curioso – scrivono gli interroganti – che la prima azienda in Trentino in cui investe la Finint Energy sia la Bimo srl, un'azienda della Val di Sole che risulta essere in perdita per quasi un milione e 300 mila euro". Oltre a chiedere se la Provincia sia al corrente "delle operazioni finanziarie di cui sopra", Fugatti e Cia, ma anche Manuela Bottamedi che seppur assente dalla conferenza stampa risulta tra i firmatari, chiedono "se la Provincia sia al corrente delle motivazioni che spingono la Finint Smart Energy ad operare proprio in Val di Sole, terra di provenienza del presidente Rossi e dell'assessore Daldoss".

 

"Ho intenzione di sporgere querela – è stata la pronta risposta dell'assessore Daldoss – se c'è anche il minimo spazio per procedere legalmente per tutelare la mia persona e la mia onorabilità mi riservo di procedere con la denuncia".  E sul fatto che la Finint Sgr avrebbe acquisito attraverso una sua controllata il 100% delle quote della Bimo srl, Daldoss aggiunge: "Mai sentito nemmeno il nome di questa società, non so nemmeno di cosa si stia parlando. Questa è una scorrettezza unica – afferma – una pura azione di diffamazione. È così si buttano lì calunnie, tanto poi qualcosa rimane". "Questa gente – chiude Daldoss – invece di proporre idee per il bene del Trentino getta fango e discredito".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 15:44

Oltre ai dettagli, riferiti dallo stesso medico veterinario ai militari del Cites, su come M49 abbia più volte tentato di scagliarsi contro la recinzione, M57 ripeta dei movimenti ritmati, Dj3 non si nutra per paura degli altri due esemplari, ecco cosa hanno riportato i carabinieri nella loro relazione: ''Si è ritenuto necessario ricorrere alla somministrazione quotidiana di integratore a base di acido gamma amminobutirrico, con effetto inibitorio del sistema nervoso centrale, per prevenire e controllare lo stato di stress di M49 (..) e M57''

01 ottobre - 16:34

Dopo l'individuazione di un focolaio nel settore delle carni a Chiusa e i tanti casi trovati nelle scuole (con successive chiusure e quarantene di studenti e personale), l'Alto Adige registra un nuovo focolaio in un'azienda di lavorazione dell'alluminio a Bressanone. Una ventina i contagiati 

01 ottobre - 15:22

Maltempo in arrivo su tutto il territorio altoatesino, in particolare sulla parte occidentale. Tutte le strutture di pronto intervento sono state preallertate e la popolazione invitate a evitare gli spostamenti innecessari. Piogge abbondanti e forti raffiche di vento dovrebbero durare fino a sabato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato