Contenuto sponsorizzato

Verso il referendum. Politica trentina divisa

Gilmozzi per il Sì, Dorigatti per il No, Panizza per il Forse. Kaswalder: "Si discuta sui temi e non sul sostegno a Renzi"

Pubblicato il - 09 August 2016 - 14:48

TRENTO. "Il riformismo improvvisato privo di buone riforme può essere ampiamente peggiore" della Costituzione ora vigente. E "guai a dividere tra appartenenti al partito del cambiamento contrapposto a quello dell'immobilismo" - ammonisce il consigliere Walter Kaswalder.  "La conservazione è sicuramente preferibile al cambiamento quando questo è inferiore come proposta all'esistente". Per Kaswalder l'unico modo "per non prendere in giro la popolazione" è quello di discutere "sui contenuti e non sull'appoggio all'attuale governo nazionale". 

 

Questo il pensiero del consigliere autonomista sul tema della riforma costituzionale. E in vista del referendum la sua posizione sembra scostarsi di molto da quella dei vertici del suo partito e dal suo stesso segretario. Franco Panizza ha infatti votato favorevolmente, in qualità di senatore, alla riforma fortissimamente voluta da Matteo Renzi e proposta dalla ministra Maria Elena Boschi.  

 

Ma quello del segretario del PATT non è affatto un Sì incondizionato. In cambio del sostegno al referendum le Stelle alpine chiedono a Roma delle garanzie certe su competenze regionali e modifica dello statuto. "Un impegno scritto e sottoscritto da Renzi o dalla ministra Boschi", auspica in queste ore il senatore autonomista.

 

Parole che fanno arrabbiare il segretario del PD del Trentino Italo Gilmozzi che chiarisce subito: "Va bene chiedere impegni al governo nazionale sui temi dell'autonomia ma nessun ricatto sul referendum".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 28 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 giugno - 20:24
David Dallago ha chiesto di essere ascoltato dalla Pm e questo potrebbe avvenire già entro questa settimana. Nei giorni scorsi, intanto, sono [...]
Cronaca
29 giugno - 20:08
Provincia e Apss intervengono sulla questione dopo i danneggiamenti di questa notte in Piazza Dante: “Il soggetto era già conosciuto e Apss era [...]
Cronaca
29 giugno - 20:24
La protesta si è svolta oggi (29 giugno) sotto il palazzo della Regione. A prendere parte diverse associazioni: "Simili episodi non devono mai [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato