Contenuto sponsorizzato

Il 2 marzo anche l'Unibz riapre le porte e dispone alcune misure preventive dopo l'allarme coronavirus

Direttamente dalla Giunta provinciale e l'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, ecco alcune misure preventive che verranno adottate all'interno della Libera Università di Bolzano, al fine di contribuire alla salvaguardia della salute dell'intera comunità universitaria e dei suoi utenti

Pubblicato il - 28 febbraio 2020 - 18:26

BOLZANO. Calmate le acque dopo l'allarme coronavirus, anche a Bolzano, come in molte altre città italiane, è prevista la riapertura di molti luoghi pubblici come scuole e asili. Lunedì 2 marzo anche la Libera Università di Bolzano riaprirà i battenti, ma prima, è arrivato l'annuncio dalla Giunta provinciale e l'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, di alcune misure preventive che verranno adottate al fine di contribuire alla salvaguardia della salute dell'intera comunità universitaria e dei suoi utenti.

 

Si parte da piccoli accorgimenti, come i distributori di soluzione disinfettante per il lavaggio delle mani che verranno posizionati in tutti i bagni dell'ateneo e i cartelli con il decalogo delle regole di igiene previste dal Ministero della Salute che saranno appesi ai muri.

 

Inoltre, fino al 31 marzo 2020 non potranno svolgersi manifestazioni ed eventi con un numero di partecipanti superiore a 300, e non saranno consentiti viaggi di servizio o trasferte nelle zone considerate a rischio.

 

Tutti gli studenti, personale docente e non, saranno tenuti a comunicare all'ufficio del personale competente nel caso nell'ultimo mese si fosse recato nelle zone a rischio o avessero avuto contatti con persone provenienti dalle medesime aree.
 

Chiunque avesse patologie immunodepressive o convivesse con persone affette dalle medesime patologie, potranno usufruire della modalità del telelavoro.

 

In ultimo, tutti i membri del personale accademico o amministrativo che, per recarsi sul luogo di lavoro, utilizzano mezzi di trasporto per un viaggio di durata superiore ai 30 minuti (per singola corsa), potranno anch'essi richiedere accesso al telelavoro (oppure l’estensione dello stesso). In alternativa, potranno chiedere di poter svolgere la propria attività lavorativa presso la sede Unibz più vicina alla propria residenza.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato