Contenuto sponsorizzato

Scuola, ancora 387 bambini dai 3 ai 6 anni non vaccinati. Dal 24 ottobre possibili le prime esclusioni dal servizio scolastico

Per adeguarsi agli adempimenti vaccinali, è possibile contattare l’Azienda provinciale per i servizi sanitari, attraverso il CUP-on line (cup.apss.tn.it) o recandosi presso i Servizi Vaccinali

Pubblicato il - 19 ottobre 2017 - 08:56

TRENTO. Rispetto all'inizio dell'anno scolastico i bambini dai 3 ai 6 anni non vaccinati sono più che dimezzati ma ad oggi, in Trentino, sono ancora 387 quelli che non hanno ancora portato a termini gli adempimenti vaccinali. Ci sono 130 bambini che non risultano iscritti né alla scuola d'infanzia né alla scuola primaria, anche se potrebbero frequentare altri servizi.

 

Tra pochi giorni sarà il 24 ottobre e, trascorsi i 30 giorni previsti dal procedimento di esclusione, formalizzato con l’avviso inviato dalle scuole alle famiglie a partire dal 21 settembre, potranno essere avviate le prime esclusioni dal servizio scolastico. Per adeguarsi agli adempimenti vaccinali, è possibile contattare l’Azienda provinciale per i servizi sanitari, attraverso il CUP-on line (cup.apss.tn.it) o recandosi presso i Servizi Vaccinali. (Per informazioni è attivo il numero verde 848 806806 da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 15.30)

 

3-6 anni
A partire dall’anno scolastico 2017/’18 essere in regola coi vaccini è condizione per frequentare la scuola d'infanzia.
A inizio settembre la Giunta provinciale ha approvato una deliberazione per disciplinare le procedure che danno esecuzione alla legge nazionale sull’obbligatorietà di alcune vaccinazioni per i bambini fra 0 e 16 anni. In base a quanto stabilito dalla Giunta, per i bambini nella fascia di età 3-6 anni, a partire dal 24 ottobre, trascorsi i 30 giorni previsti per la conclusione del procedimento, si procederà all'esclusione dei bambini non vaccinati; fermo restando che i minori non in regola con gli adempimenti vaccinali rimangono iscritti ai servizi educativi e scolastici e sono nuovamente ammessi presentando la documentazione attestante lo stato di conformità vaccinale.

 

6-16 anni
A partire dall’anno scolastico 2017/’18 sono previste sanzioni per chi non è in regola coi vaccini, i minori non sono esclusi dalla frequenza scolastica.
Per i bambini e i ragazzi nella fascia di età 6-16 anni, che frequentano la scuola dell'obbligo, i tempi di applicazione sono diversi e più lunghi. 
Premesso che le scuole all’inizio dell’anno scolastico hanno comunque verificato con l’Azienda sanitaria se i minori sono conformi o non conformi all’obbligo vaccinale e hanno inviato comunicazione solo alle famiglie con minori 6-16 anni non conformi, i genitori di minori 6-16 anni devono verificare lo stato vaccinale dei propri figli, accedendo con tessera sanitaria ai seguenti siti:

FastTreC https://trec.trentinosalute.net/fast-treC (non è necessario lettore di smart card, cliccare sul tasto “scarica attestato certificazione vaccinale”)

TreC https://trec.trentinosalute.net (è necessario lettore di smart card, l’attestato vaccinale si scarica dalla lista dei referti)

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 12:06

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 5.549 casi da inizio epidemia. Ci sono 106 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, mentre sono 8 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 25 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

22 ottobre - 13:20

E' successo in tarda mattinata e sul posto sono interventi i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. Non si conoscono al momento le cause che hanno fatto scoppiare l'incendio 

22 ottobre - 12:45

Alberti è anche l’autore del celebre Cristo Silente, la grande scultura che si trova nelle acqua del Garda a porto San Nicolò. Oltre all’arte, la sua vita è stata dedicata alla famiglia e alla collettività, con l’impegno nel volontariato e in Consiglio comunale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato