Contenuto sponsorizzato

Vacanze sulla neve: sul podio più alto per crescita di presenze c'è il Trentino Alto Adige

Secondo le stime, saranno 11 milioni le presenze complessive in Italia  sulla neve tra dicembre di quest'anno e marzo

Pubblicato il - 23 dicembre 2017 - 19:20

TRENTO. E' boom di presenze tra Natale, Capodanno ed Epifania. Se le premesse saranno confermate, saliranno a quasi 11 milioni le presenze complessive sulla neve tra dicembre di quest'anno e marzo del 2018 (80/100 giorni di attività). Un incremento che porterà, secondo le prime stime a un miliardo e 600 milioni d'incassi (+7,7%).

 

A prevedere queste performance un'indagine condotta dal Centro studi CNA su un campione significativo di operatori turistici delle principali località sciistiche italiane che addirittura puntano su molti "tutto esaurito" nelle prossime festività. Un andamento in linea con il ponte dell'Immacolata che dai primi bilanci mostra un significativo miglioramento sui dati, già in crescita, del 2016.

 

Nella indagine del Centro studi CNA, a salire sul podio più alto per crescita di presenze sarà il Trentino Alto Adige (+19%), seguito dalle damigelle d'onore Lombardia (+17%) e Piemonte (+16%). Quindi, a seguire, Valle d'Aosta (+14%) Friuli Venezia Giulia (+13%), Veneto (+11%) e  le regioni appenniniche, con Toscana ed Emilia Romagna, Abruzzo e Lazio (+10% complessivo). Un andamento, se confermato a consuntivo, molto soddisfacente per tutta la filiera turistica italiana.

 

A confermare la decisione di molti italiani di mettersi in viaggio sono anche i dati diffusi dalla Borsa Internazionale del Turismo elaborando i dati di Federalberghi, Confesercenti e Tci che confermano, ancora una volta, il Trentino Alto Adige come meta preferita.

 

Per quanto riguarda la lunghezze della vacanze, in molti sceglieranno (o hanno già scelto) la formula della "settimana bianca" altri invece per il week end. Disaggregando il fatturato, a livello nazionale, la parte del leone è appannaggio della ricettività alberghiera (585 milioni), seguita da: servizi diretti alle attività turistiche (dalle attrezzature agli impianti di risalita, per un totale di 580 milioni), ricettività extra-alberghiera (230 milioni) e ristorazione, shopping e intrattenimento (205 milioni).

 

Tra le richieste in aumento da parte dei vacanzieri, quelle legate al benessere, chieste espressamente dal 58 per cento dei clienti (+8,7 per cento sul 2016).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

23 ottobre - 09:59

Lo sciopero è stato indetto per 24 ore e riguarda anche il Trentino. In particolare i treni regionali potrebbero subire delle modifiche. Nel frattempo Trenitalia ha attivato un numero verde

23 ottobre - 09:27

Il premier Conte si è dato una settimana o dieci giorni di tempo per decidere. Si dovranno valutare gli effetti delle misure che sono state messe in campo nei giorni scorsi. Si stanno già pensando, però, nuove strette anti covid. Intanto le Regioni sulle chiusure vanno in ordine sparso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato