Contenuto sponsorizzato

Comprare un’auto usata da un privato o da un concessionario? Ecco i pro e i contro

Non si tratta mai di un percorso semplice: per scegliere la vettura dei propri sogni bisogna fare lo slalom fra mille modelli diversi e tra i dubbi che costellano questa decisione non sono certamente pochi. E' meglio acquistare la vettura usata da un privato oppure rivolgersi ad un concessionario?

Pubblicato il - 12 luglio 2018 - 11:31

TRENTO. Sulla convenienza delle auto usate rispetto alle automobili nuove c’è poco da dire: le prime permettono di massimizzare il risparmio e allo stesso tempo avere una vettura in grado di andare incontro a tutte le nostre esigenze.

 

Eppure non si tratta mai di un percorso semplice: per scegliere la vettura dei propri sogni bisogna fare lo slalom fra mille modelli diversi e tra i dubbi che costellano questa decisione non sono certamente pochi.

 

Fra gli interrogativi principali che emergono, troviamo il seguente: è meglio acquistare la vettura usata da un privato oppure rivolgersi ad un concessionario? Ecco i pro e i contro di entrambe le opzioni.

 

 

Privato o concessionario? Vantaggi e svantaggi di entrambi

Cominciamo dal concessionario: quando si acquista presso un rivenditore autorizzato emergono sin da subito dei discreti vantaggi. Ad esempio, per legge le automobili usate in vendita sono sempre coperte da una garanzia: ovviamente la durata di quest’ultima dipende sempre da chi vende e dall’anno di produzione dell’auto.

 

L’unico deterrente è relativo al prezzo, che chiaramente è più alto rispetto all’acquisto da privati. Di contro, è comunque possibile negoziare (entro certi limiti) e arrivare ad un compromesso che possa soddisfare tutti.

 

Acquistare un’auto da un privato, invece, conviene soprattutto per i costi decisamente più bassi rispetto ai concessionari.

 

Tuttavia si alzano proprio i rischi: l’automobile va sempre sottoposta ad un accurato controllo da parte di un meccanico esperto. In caso contrario, è possibile cadere in truffe o in malfunzionamenti preesistenti di cui magari non si è notato nulla.

 

Quali sono, dunque, gli elementi da controllare con molta attenzione? Intanto la carrozzeria e il pianale, per verificare l’assenza di ruggine. Anche il motore, insieme agli ammortizzatori, richiede un controllo particolare. Fra gli altri elementi da ispezionare troviamo gli pneumatici, le portiere, freni e marmitta.

 

Oggi le automobili usate si comprano grazie al web

Oggi cercare la vettura dei propri sogni è ancora più semplice, e questo per merito di Internet. Grazie ai portali online come automobile.it, infatti, trovi con pochi click tutti gli annunci inseriti manualmente da privati o caricati in automatico dai concessionari in tutta Italia, tra i quali potrebbe esserci l'auto perfetta per te. Inoltre la tecnologia rende la ricerca del proprio modello preferito decisamente più rapida e meno stressante.

 

Un'ulteriore sicurezza offerta da questi portali è la possibilità di trovare solo i rivenditori autorizzati da cui lasciarsi guidare nella scelta della propria automobile.

 

Il web, poi, offre anche altri vantaggi: permette all’utente di informarsi su qualsiasi tipo di modello di automobile. Ciò è possibile sfruttando social network come Facebook e i forum di settore: qui si trovano diverse recensioni, commenti ed esperienze reali di altri acquirenti. A questo punto hai a tua disposizione tutte le armi migliori per iniziare la ricerca della tua prossima auto: ti aspettano tante occasioni e opzioni diverse.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato