Contenuto sponsorizzato

Buon 2020 da ''il Dolomiti'' dopo un anno di record con oltre 24 milioni di pagine visualizzate: e allora 6,3 milioni di volte grazie (a ognuno di voi)

Il nostro quotidiano online chiude un 2019 da incorniciare, in crescita costante sia in termini di visualizzazioni che di follower sui social. Cresce anche la redazione (che resta tutta under 35) e che resta fedele alla linea di rifiutare i contributi pubblici all'editoria per restare il più liberi possibile

Di Luca Pianesi - 31 dicembre 2019 - 18:12

TRENTO. Quasi 24 milioni di pagine visualizzate, in 12 mesi, e 6,3 milioni di lettori unici, in 365 giorni. Il Dolomiti nel suo terzo anno di esistenza si conferma una delle prime testate online del Triveneto con numeri da record in crescita esponenziale mese dopo mese. Il tutto a fronte di 52.000 follower e 51.000 amici, su Facebook, per una crescita settimanale che da un anno a questa parte viaggia su un +300 nuovi iscritti senza ''sponsorizzare'' o ''pagare'' in alcun modo il social. Risultati straordinari (potete confrontarli con un anno fa QUI IL LINK e grazie a chi ha deciso di aiutarci e sostenerci anche economicamente) che ci rendono orgogliosi e che ci stanno permettendo di crescere ancora, allargando la redazione puntando sempre sui nuovi giovani per una struttura che al suo interno ha solo ragazze e ragazzi under 35.

 

Un giornale nato per dare una risposta alla comunità non solo del Trentino ma dell'Alto Adige, del bellunese e della zona del Garda visto che i siti online ''specchio'' dei giornali cartacei di fatto occupavano solo la posizione (della serie: esiste internet quindi dobbiamo andarci, anche se il nostro core business resta la vendita dei quotidiani) e i giornali online già esistenti non raggiungevano assolutamente un livello d'informazione, per quanto ci riguarda (e probabilmente per quanto riguarda anche i 6,3 milioni di voi che in questi mesi hanno scelto il Dolomiti) sufficiente.

 

Ci siamo battuti sin da subito contro le fake news scoprendo, poi, che la stragrande maggioranza di quelle veicolate in Trentino arrivavano da un sito in particolare (fortunatamente ormai sotto la lente non solo nostra ma anche di siti di ''controllo'' come bufale.net e di giornali nazionali che come noi si occupano anche di fact checking, come Open.it) il quale, ovviamente, non poteva che reagire con la disinformazione: raccontando, quindi, altre bufale su altre bufale. Un clima avvelenato che dimostra quanto le fake possano nuocere a livello sociale e quanto è importante non abbassare mai la guardia con certi fenomeni anche se, francamente, preferiremmo fare altro: informazione.

 

La facciamo gratis, per tutti, dal primo settembre 2016, giorno in cui siamo nati, 365 giorni all'anno (feste comprese e senza scordare le domeniche), 24 ore su 24, in tempo reale, no stop. E giorno per giorno speriamo di fare sempre di più e sempre meglio consci delle responsabilità che porta essere il giornale leader di un territorio extraregionale come quello che vogliamo coprire con sempre maggiore attenzione e qualità. Consci del fatto che l'editoria regionale si è sempre più appiattita sull'editore unico Athesia che grazie al controllo di Adige, Trentino, Alto Adige e Dolomiten di fatto controlla quasi tutto il mercato dei giornali cartacei (e che quest'anno con la sola Dolomiten ha ottenuto 6 milioni di euro di finanziamenti pubblici dallo Stato risultando il quotidiano più sovvenzionato d'Italia).

 

Il Dolomiti, invece, continua con la sua politica di rinuncia ai contributi pubblici all'editoria per restare liberi da ogni forma di controllo (foss'anche indiretta come i contributi provinciali) e per poter continuare a raccontare quanto accade senza ricevere alcun tipo di pressione. L'obiettivo è fare sempre meglio, crescere insieme, migliorare nella forma e nella sostanza guardando al 2020 con grande fiducia e aspettative.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 October - 18:02
E' successo sotto la cima del monte Bedolè, sopra l'abitato di Fiera di Primiero: il boscaiolo è rimasto ferito ad un arto inferiore mentre stava [...]
Cronaca
18 October - 15:44
Sono stati analizzati 4.699 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 20 positivi e 0 decessi. Ci sono 18 persone in ospedale, di cui [...]
Cronaca
18 October - 17:28
I colleghi del 32enne originario del Gambia avevano aiutato a spostare la pianta che aveva travolto il giovane, che viveva a Pieve di Cadore ed era [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato