Contenuto sponsorizzato

Spopolano le carte delle regioni che si sfidano a colpi di stereotipi: dal prosciutto chiodato degli ''umbri'' alle ''molotov di spriz'' dei veneti

Le ha realizzate un talentuoso giovane fumettista, Giacomo Bagnara, e stanno facendo il giro del web. ''E' nato tutto come un gioco ma ora potrebbero diventare un vero gioco in scatola''. Ecco tutte le cards

Di Luca Pianesi - 08 febbraio 2019 - 13:38

GENOVA. E' nato come un gioco ma potrebbe trasformarsi in qualcosa di più: un vero gioco, visto il successo che sta avendo in rete. E quindi, in prospettiva, potremmo assistere ad una sfida tra un ''trentino'' con la sua ''armatura di legno'', la cavalcatura ''capriolo dell'apocalisse'' e i suoi 8 punti ''mana'' per fare magie e, per esempio, un ''umbro'' piuttosto scarso dal punto di vista della magie ma dotato di grande forza (8 punti sono tanta roba) con il suo ''prosciutto chiodato'' e il suo ''trattore antico''.

 

In questa sfida, poi, giocherebbero la loro parte le abilità che se per il ''trentino'' sono quella di ''boscaiolo'' e di ''costruttore'' per il ''veneto'' sono, invece, un ''+30% di resistenza all'avvelenamento'' grazie all'abilità ''alcolico'' e la ''possibilità di richiamare piccioni famigli'' con l'evocazione. L'''altoatesino'' ha dalla sua l'abilità di ''comprendere il runico'' e un ''+30% di salute ripristinata da birra e crauti'' mentre il ''laziale'' se la gioca con lo ''slalom'' (+3 punti destrezza passando tra le buche) e l'''ira'' (+20% danni da arrabbiato) mentre il pugliese con il suo ''ape tre ruote'' e ''l'amuleto dell'incoroneta'' grazie all'abilità ''pizzica'' riesce ad aumentare il suo carisma e la sua destrezza.

 

''Si tratta di 22 carte costruite su una serie di stereotipi sulle nostre regioni - ci racconta il giovane che ha avuto l'idea e l'ha realizzata, Giacomo Bagnara, 24enne di Busalla, provincia di Genova -. Stereotipi che ho affinato nel tempo ascoltando anche i commenti degli utenti che mi consigliavano di spingere in un senso o nell'altro. Io, infatti, sono un grande appassionato di fumetti e illustrazioni, ho da poco finito l'Accademia del Fumetto di Genova e ho aperto la mia pagina Facebook (Gut-Disegni Randum) un po' per gioco, per condividere immagini, idee, vignette. Le cards delle regioni le avevo già iniziate a proporre qualche tempo fa e subito avevo visto che c'era stata una bella risposta anche a livello di interazioni. La gente mi consigliava e rilanciava con nuove proposte. Ora le ho completate aggiungendo anche le carte specifiche per romagnoli, emiliani, trentini e altoatesini''.

22 carte per una sfida a colpi di stereotipi

 

Le carte, ovviamente, si rifanno ai più classici giochi di ruolo (tipo Carte Magic) ed hanno varie statistiche e punteggi. FOR sta per forza; DEX: destrezza; CAR: carisma; INT: intelligenza (''prettamente legata al concetto di intelligenza nei giochi di ruolo - specifica Giacomo - se ho indicato una bassa statistica non sto dicendo che tali personaggi siano stupidi''); FED: fede. Poi ci sono i punti MANA (magia) e PV (punti vita). Le cards stanno spopolando in rete e ottenendo tantissime condivisioni, like e commenti. ''E' vero, stanno andando talmente bene che stiamo seriamente prendendo in considerazione la possibilità di creare un gioco vero e proprio - conclude Bagnara - e anche in questo mi affido agli utenti chiedendo consiglio e correzioni. Poi dovremo asciugare le varie voci sulle carte e strutturare una 'trama' da seguire con regole e variabili''.

 

Insomma per trasformarlo in un gioco vero c'è ancora della strada da fare ma intanto ecco la ''vostra'' card e buon divertimento.  
 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

23 febbraio - 11:50

Cinque associazioni hanno sottoscritto una lettera di protesta nei confronti della decisione della Provincia di bloccare il progetto di accoglienza per 24 donne ospitate a Lavarone e che saranno trasferite a Trento 

22 febbraio - 20:00

Nei prossimi mesi anche l'Arcidiocesi di Trento aprirà un nuovo sportello contro gli abusi interni alla chiesa. Nell'ultima relazione fatta dalla diocesi di Bolzano - Bressanone i casi di abusi sessuali e violenze sono stati undici  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato