Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dal cibo ai farmaci, un'App trentina per raccogliere tutte le attività che offrono un servizio a domicilio

L’app trentina (e gratuita) sviluppata da due coinquilini per aiutare le persone con i servizi a domicilio, ecco l’idea di Giulio Michelon e Alvise Zanardo: “Non siamo né medici né infermieri ma abbiamo messo comunque le nostre competenze informatiche al servizio della collettività”

Di Tiziano Grottolo - 30 marzo 2020 - 12:15

TRENTO. In tempi di coronavirus spostarsi è diventato complicato e anche un gesto semplice come fare la spesa o ordinare un pranzo non è più così scontato, fra chiusure e divieti anche la Provincia si è attivata per aiutare persone anziane e in difficoltà che si trovano impossibilitate a fare la spesa lanciando il suo servizio Resta a casa passo io”. Lo stesso hanno fatto i vari comuni trentini che hanno attivato dei numeri ad hoc per aiutare le persone che hanno difficoltà ad uscire di casa, in particolare anziani che non possono contare su un famigliare, per consegnare direttamente la spesa o le medicine.

 

Altrettanto hanno fatto molte attività commerciali che per venire incontro alle esigenze dei consumatori hanno implementato un servizio di consegna a domicilio. Eppure non sempre è facile conoscere tutti i servizi disponibili: per ovviare a questo problema Giulio Michelon, con l’indispensabile aiuto di Alvise Zanardo, hanno studiato un’applicazione, in realtà non in senso stretto dal momento che l’accesso viene effettuato online e non serve nemmeno installarla, che raccoglie tutte le varie imprese e i servizi che offrono.

 

Michelon, 27 anni, vive a Trento da molto tempo ed è uno dei tre soci fondatori di Belka, un’azienda che si occupa dello sviluppo di prodotti digitali e che tra i suoi clienti vanta società del calibro di “Fatture in Cloud” (tra i grandi servizi di fatturazione) per la quale l’azienda trentina ha curato l’applicazione e altri servizi. Zanardo invece è il coinquilino 28enne di Michelon e normalmente lavora come Data scientist per Spaziodati.

 

 

“In questo momento stiamo lavorando tutti da casa – spiega Michelon – avendo a disposizione un po’ di tempo libero mi sono domandato cosa potessi fare per dare una mano nell’emergenza coronavirus”. Di fatto l’informatico si è “limitato”, tra virgolette perché se per alcuni può essere un gioco da ragazzi per altri non lo è affatto, a raccogliere una lista delle varie attività che offrono servizi a domicilio: “Non sono né un medico né un infermiere ho messo le mie competenze informatiche al servizio della collettività pubblicando l’App gratuitamente”.

 

 

Raccogliendo tutte le imprese che fanno consegne “Trentino a domicilio” non aiuta solo il consumatore ma anche le stesse aziende che possono arrivare più agevolmente ai possibili clienti: “Navigando online mi sono accordo che esistevano diversi blog o elenchi che raccoglievano la varie attività ma sempre in ordine sparso e mai in forma aggregata, ma così è difficile raggiungere tante persone”.

 

Per prima cosa sono stati incrociati i dati delle varie app di consegna anche se: precisa Michelon: “Non sempre è facile accedervi perché i vari servizi sono molto gelosi dei loro dati”. Dopodiché i dati sono stati uniformati, può sembrare banale ma se il numero di telefono non è trascritto correttamente la chiamata può non partire e mettere in difficoltà alcune persone. Zanardo si è occupato proprio di questo dell’organizzazione dei dati, poi sono state create le varie categorie.

 

“Abbiamo cercato di impaginarlo nella maniera più semplici possibile – racconta Michelon – nell’ultima settimana sono già state una trentina le imprese che hanno chiesto di essere aggiunte – al momento sono circa 130 le attività Trentine inserite nell’App – non garantiamo la copertura al 100% ma ci stiamo lavorando”. Visto che i dati sono in continuo aggiornamento a questo link è possibile segnalare le attività che non sono ancora state inserite.  Il funzionamento è molto semplice: utilizzando il sito dell’App basta scorrere l’interfaccia (che imita uno smartphone) e selezionare il servizio desiderato. La trovata, a quanto pare, è stata molto apprezzata visto che in pochi giorni sono stati oltre 2000 gli utenti unici che hanno utilizzato l’App che nel suo offre un servizio sicuramente molto utile alla comunità.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 13:09

L'assessore Widmann: "In due settimane la situazione è completamente cambiata. Si deve considerare che per ogni positivo in media ci sono tra i 20 e i 30 contatti: 350 infezioni significa circa 10 mila contatti e diventa necessario variare strategia perché è impossibile rintracciare tutti". L'ordinanza valida da sabato 31 ottobre

30 ottobre - 11:34

Il rapporto contagi/tamponi sale al 13,85%. Rispetto a ieri ci sono 700 persone in più che si trovano in isolamento domiciliare

30 ottobre - 11:02

L'incidente è avvenuto in campagna all'altezza della Maza, in azione la macchina dei soccorsi tra personale sanitario, vigili del fuoco di zona e polizia locale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato