Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, tasse e tributi sospesi, blocco affitti e un piano straordinario per il turismo. Il Comune di Ledro pensa al post-emergenza

Sono diversi i provvedimenti e gli aiuti a sostegno delle attività economiche, in parte attivati e altri pronti a partire nei prossimi mesi. Contestualmente parte anche il progetto #ledroacasatua con le aziende che effettuano servizio a domicilio. Il sindaco Girardi: "Questa epidemia lascia anche nella nostra comunità un segno pesante per i lutti, ma anche per difficoltà economiche che le aziende ledrensi affrontano e dovranno affrontare"

Di Luca Andreazza - 11 aprile 2020 - 17:21

LEDRO. Sospensione di tutte le tasse comunali e blocco degli affitti alle attività che operano negli edifici di proprietà del Comune, compreso le attività agricole che hanno in carico terreni e malghe. L'amministrazione di Ledro mette sul tavolo un pacchetto di interventi per contrastare gli effetti dell'emergenza Covid-19. Contestualmente ha preso forma il progetto #ledroacasatua. 

 

"Questa epidemia - commenta il sindaco Renato Girardi - lascia anche nella nostra comunità un segno pesante per i lutti che le nostre famiglie subiscono, ma anche per difficoltà economiche che le aziende ledrensi affrontano e dovranno affrontare".

 

Sono diversi i provvedimenti e gli aiuti a sostegno delle attività economichein parte attivati e altri pronti a partire nei prossimi mesi: sospensione di tutte tasse comunali (Tari, Tosap, Imis, Acquedotto) con eventuale possibilità di riduzione delle aliquote dove possibile utilizzando risorse del bilancio del Comune di Ledro; blocco degli affitti alle attività che operano negli stabili di proprietà del Comune di Ledro e eventuale ricalcolo con storno dei mesi persi causa chiusura forzata; blocco degli affitti alle attività agricole che hanno in carico terreni, malghe e simili di proprietà del Comune di Ledro e eventuale ricalcolo con storno del mancato utilizzo.

 

E ancora tutte le sospensioni delle tasse e affitti comunali relativi al 2020 potranno essere pagate, anche rateizzando, in 24 mesi a partire dal 2021. Vendita dei lotti di legname con pagamento rateale in 12/24 mesi per dare la possibilità di una maggiore liquidità alle aziende del settore legno. A questo scopo è stato concordato con la Cassa Rurale di Ledro la possibilità di attivare delle fidejussioni con costi calmierati utilizzabili per l’acquisto del legname del Comune di Ledro (indicativamente 0,20% annuo).

 

"In questa momento di incertezza - aggiunge il sindaco - si deve già però pensare al post-emergenza con azioni a favore dei mercati turistici, artigianali, industriali e del comparto agricolo. L’Amministrazione comunale di Ledro vuole rimarcare la propria vicinanza al territorio e alle attività tutte che creano sostegno, lavoro, occupazione, sviluppo, futuro per i nostri concittadini e famiglie".

    "Una attenzione particolare – viene scritto nel documento che porta le firme del sindaco Girardi, dell’assessore Dario Trentini e del presidente della Commissione attività economiche Ezio Tarolli – è riservata al comparto turistico che godrà di interventi particolari. Questo specifico settore in questo momento sta soffrendo più degli altri e per questo saranno messi a disposizione dell’Apt di Ledro e delle attività turistiche commerciali dei fondi importanti per aiutare il rilancio e la pubblicità del nostro territorio, per contribuire a portare lo sviluppo turistico ledrense ai livelli che merita. Appena sarà possibile avere un momento di confronto, date le restrizioni attuali, dovremo in tal senso sviluppare insieme agli operatori del settore un piano di interventi efficace e condiviso".

     

    L’amministrazione comunale si mette comunque a disposizione anche per valutare nuove idee e possibilità di aiuto e di intervento che dovessero venire segnalate da tutte le attività di Ledro. "Stiamo verificando le possibilità del bilancio comunale per eventuali interventi su sospensioni/dilazioni degli oneri di concessione edilizia sia per operatori economici e per i privati, e sarà nostra cura aggiornare tutti i censiti degli strumenti di sostegno che l’amministrazione riuscirà a mettere in campo anche a seguito di confronti con la Provincia di Trento".

     

    Un altro progetto è #ledroacasatua (Qui info), la novità di Pasqua in valle di Ledro dove da sempre la prima significativa festività dell’anno rappresenta il via alla stagione turistica, con l’arrivo di ospiti nazionali e internazionali. Quest’anno non è così, ma se a causa del coronavirus per il momento sono ferme le varie attività economiche, l’attività nell’Apt presieduta da Maria Demadonna prosegue per individuare quelle realtà che portano i prodotti a domicilio.

     

    Nel pacchetto delle aziende che consegnano i prodotti direttamente a casa figurano a segmenti commerciali: farmaci (Farmacia Folletto), generi alimentari (Self Service Ribaga e Famiglia Cooperativa Valle di Ledro), frutta e verdura (Adolfo Borghini), pesce (Armanini), carne (Macelleria Zecchini), formaggi (Latte Ledro), fiori e piante (Fioreria il Girasole). 

     

    E ancora gelati (Green Ice), birre artigianali (Birrificio leder), ristorazione (Locanda Le Tre Oche, Maggiorina, Speck & Stube Green Ice), pizzerie (La Torre e al Sole), bricolage e ferramenta (Ferramenta Casari). "Questo progetto - commenta Enrico Demadonna, membro del Cda di Apt - rappresenta un momento positivo per la nostra Comunità dove ogni giorno nel rapporto con i clienti tocchiamo con mano la voglia di quotidianità. Ovviamente è un servizio faticoso ma anche un modo importante per garantire operatività alle nostre strutture economiche”.

    Contenuto sponsorizzato
    Telegiornale
    Ultima edizione
    Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
    Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
    Contenuto sponsorizzato

    Dalla home

    31 ottobre - 15:31

    Mentre è evidente a tutti che la curva dell'epidemia è in costante crescita il presidente pare in balia degli eventi e die dati giornalieri e in conferenza stampa dice una cosa mentre nell'ordinanza ne scrive un'altra. Intanto i sindacati attaccano: ''I ristoratori chiedono di ritirare l'ordinanza sulle aperture perché si accorgono che pur essendo aperti la clientela scarseggia, un po’ per paura del contagio, un po’ perché le famiglie hanno sempre meno disponibilità finanziarie''

    31 ottobre - 10:26

    La decisione è stata presa durante un colloquio in video-conferenza tra i tre presidenti dell'Euregio Fugatti, Platter, e Kompatscher. "Fondamentale la collaborazione e lo scambio continuo tra i territori. Uno dei nostri obiettivi è tenere aperti i confini per garantire la mobilità nei nostri territori e lo spostamento dei pendolari"

    31 ottobre - 12:21

    Aggiudicandosi il secondo posto e l'importante assegno di 30 mila euro, l'azienda potrà accelerare l'apertura di 3 nuovi Remoove test center nel nord est italiano, che metteranno in esposizione mezzi innovativi pensati per consentire di vivere la ciclabilità indipendentemente dal tipo di disabilità

    Contenuto sponsorizzato
    Contenuto sponsorizzato
    Contenuto sponsorizzato