Contenuto sponsorizzato

In arrivo il nuovo Trentodoc di Casa Revì: “Un affinamento inconsueto per la spumantistica”. La presentazione via social

Casa Revì si rinnova e si prepara a lanciare sul mercato l’ultima novità in fatto di Trendoc. Il nuovo arrivato sarà presentato oggi, 6 novembre, alle 18e30 sui canali Facebook e Instagram della cantina Revì

Pubblicato il - 06 novembre 2020 - 10:23

ALDENO. La Cantina Revì crede, e ha sempre creduto filosofia che mette al centro le qualità irrinunciabili del Dosaggio Zero: equilibrio, pulizia, freschezza e radicamento al territorio, e ora si appresta a presentare il suo nuovissimo Trentodoc. L'ultimo arrivato sarà presentato oggi, 6 novembre, alle 18e30 sui canali Facebook e Instagram della cantina.

 

Una tradizione che ha saputo rinnovarsi fino ai giorni nostri visto che il primo spumante Dosaggio Zero di Casa Revì venne prodotto nel lontano 1983, da un’idea del fondatore Paolo Malfer. Per il momento dalla Cantina non si sbottonano e si limitano a far sapere che si tratterà di “un affinamento inconsueto per la spumantistica”.

 

Per questa cantina il territorio è sempre stato parte imprescindibile del lavoro, partendo dallo stesso nome Revì che deriva dal toponimo della zona di produzione: una zona che secondo la leggenda era votata alla coltivazione di una vite dalla quale si otteneva un vino superiore, regale, il "Re vin", mutato in Revì appunto.

 

Oltre al territorio il nome della cantina è legato indissolubilmente al Trentodoc tanto che quest’ultima rappresenta l’unica produzione che a oggi conta 80.000 bottiglie divise in 7 etichette.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato