Contenuto sponsorizzato

Lo chef stellato Alessandro Gilmozzi annuncia un altro stop. "Senza turisti in Val di Fiemme è impossibile continuare"

Lo chef stellato Alessandro Gilmozzi, patron del ristorante El Molin e della pizzeria Excelsior di Cavalese, ha annunciato la chiusura temporanea dei suoi locali. La mancanza di turisti in Val di Fiemme rende infatti impossibile proseguire. "La speranza è di tornare aperti attorno al 20/25 di febbraio"

Pubblicato il - 20 gennaio 2021 - 17:03

CAVALESE. Non ce l'ha fatta, Alessandro Gilmozzi. Lo chef stellato, patron del ristorante El Molin e della Pizzeria Excelsior di Cavalese, ha dovuto arrendersi alle restrizioni, preferendo rimandare a tempi migliori la riapertura. I pranzi e l'asporto non sono riusciti a sostenere la causa, e così, dopo 10 giorni, Gilmozzi ha dovuto decidersi per un ennesimo stop.

 

Il dispiacere per la necessità di lasciare a casa i dipendenti è tanto, per questo si è cercato di ripartire – ha scritto in una nota diffusa anche sui social – ma purtroppo le norme vigenti e la situazione attuale in Val di Fiemme, che solitamente di questo periodo vive di turismo, rendono impossibile continuare in questo modo”.

 

L'obiettivo diventa dunque riaprire tra un mese, nella speranza che la situazione sia migliorata e continui a migliorare, riportandoci gradualmente alla normalità, ormai un ricordo “vecchio” di un anno. “La speranza è poter riaprire verso il 20/25 di febbraio e lavorare no stop fino alla fine di ottobre – ha aggiunto Gilmozzi – dovessero insorgere ulteriori problemi e aumentare le restrizioni, si opterà direttamente per una riapertura estiva”.

 

Da parte sua, lo chef non aveva mancato di esprimere la sua contrarietà alle posizioni di quei colleghi ristoratori che in barba alle norme avevano deciso di tenere aperto. “#Ioapro non è la soluzione – aveva postato sulla sua pagina facebook – ma servono subito misure per una riapertura in sicurezza, regolamentata e controllata”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato