Contenuto sponsorizzato

Oltre 100 volontari in campo per ''Autumnus'', un evento per valorizzare le grandi potenzialità del territorio a livello culturale e di gusto

Il 24, 25 e 26 settembre è di scena “Autumnus città di Trento - I frutti della terra”. Una manifestazione pensata, voluta e organizzata dalla Pro Loco Centro Storico per valorizzare le grandi potenzialità del territorio, sia a livello culturale che di gusto

Pubblicato il - 14 settembre 2021 - 21:46

TRENTO. Tre giorni dedicati alle eccellenze enogastronomiche e agroalimentari del Trentino, il 24, 25 e 26 settembre è di scena “Autumnus città di Trento - I frutti della terra”. Una manifestazione pensata, voluta e organizzata dalla Pro Loco Centro Storico di Trento per valorizzare le grandi potenzialità del territorio, sia a livello culturale che di gusto (Qui info).

 

Protagoniste della tre giorni, saranno le eccellenze e le unicità enoiche, gastronomiche, agroalimentari e scientifiche del Trentino.

 

L’obiettivo che si pone la Proloco Centro Storico di Trento è duplice: allestire una vetrina delle eccellenze che richiami attenzione a livello nazionale, per poter assaggiare ma anche comprendere le peculiarità scientifiche attraverso registri e linguaggi di natura diversa. Dall’altra, essere un importante momento di aggregazione, condivisione, scoperta e di divertmento per vivere appieno la città e il suo ricco centro storico.

 

Un progetto ambizioso riassunto attraverso i numeri: oltre 370 prodotti territoriali in degustazione, 41 espositori, oltre 80 approfondimenti scientifici e masterclass, di cui sei caffè scientifici, dodici degustazioni, dieci laboratori, due convegni, sei chef pronti a cucinare nelle magnifiche sale del Castello del Buonconsiglio per beneficienza.

 

E ancora 6 mila bicchieri personalizzati col logo “Autumnus”. Il tuto si svolgerà su un’area di 8 mila metri quadri tra vie e piazza del centro, andando a riscoprire anche il fascino di quattro palazzi storici di Trento.

 

Per rendere possibile tutto questo hanno lavorato oltre 100 volontari della Pro Loco, sostenuti dagli Istituti di tutela, dalle Fondazioni e dalle categorie economiche della città, dai bar e dai ristoranti che hanno voluto aderire.

 

Tra le innovazioni di Autumnus, anche un sistema di pagamento tramite gettoni, che saranno fisici ma anche virtuali: gli ospiti potranno infatti scaricare un’applicazione pensata appositamente per rendere l’evento più ecologico e per snellire le code alle casse.

 

Autumnus sarà aperto al pubblico nei giorni venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 settembre dalle 9 alle 23. A causa della pandemia i posti per partecipare alle masterclass e alle degustazioni saranno limitati, per tutti gli eventi è quindi richiesta la prenotazione. I partecipanti devono essere in possesso di Green pass. L’accesso all’area espositiva lungo via Belenzani e piazza D’Arogno è invece libera, nel rispetto delle norme introdotte per il contenimento della pandemia Covid. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 settembre - 17:51
Lorenzo viene da Codogno mentre Alice è di Bormio. Entrambi hanno scelto di passare le loro settimane estive in quota al ''servizio'' di 103 [...]
Cronaca
19 settembre - 17:17
L'incidente è avvenuto lungo la strada provinciale 84 poco prima del campo di tamburello a Dro. La 20enne è uscita illesa ma spaventata
Cronaca
19 settembre - 14:02
Alla Bookique di Trento, martedì 21 settembre alle 18 e 30, si terrà l'ultimo incontro della Rassegna Generazione 2021 alla quale parteciperà, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato