Contenuto sponsorizzato

Il Sosi di Port'Aquila ha riaperto i battenti "con volto rinnovato e spazi ampliati". La responsabile: "Siamo partiti col botto"

La storica bottega "Sosi" di Port'Aquila, gestita un tempo da Roberta Luraschi, ha riaperto i battenti con volto completamente rinnovato: "Non soltanto pane fresco e brioches ma anche piatti pronti da gustare, bevande e caffetteria serviti in quella stesa atmosfera 'familiare' che ha sempre caratterizzato il locale"

Di Sara De Pascale - 24 gennaio 2023 - 16:08

TRENTO. La storica bottega (e minimarket) di Port'Aquila ha riaperto i battenti, grazie a una nuova gestione, con volto completamente rinnovato. Qualche mese fa, Roberta Luraschi, ex titolare dell'attività, aveva abbassato per l'ultima le serrande, salutando un luogo nel quale aveva lavorato, con passione, per ben 46 anni. "Dopo la chiusura il nostro capo ha deciso di acquistare il negozio - anticipa Lisa Berloffa, oggi responsabile del punto vendita, a Il Dolomiti- trasformandolo in un negozio Sosi".

 

Ci sono voluti circa un paio di mesi per ristrutturare un luogo che oggi appare non soltanto "più moderno", con arredi dall'inconfondibile stile del marchio trentino, ma anche "leggermente ampliato - fa notare Berloffa -. É stato infatti acquistato anche un 'pezzo' in più rispetto alla metratura originale: così, è stato possibile realizzare una saletta dove poter bere il caffè o sedersi per pranzare", prosegue.

 

La bottega di Port'Aquila non è soltanto tornata ad aprire le proprie porte ai clienti, ma oggi lo fa "rigorosamente in qualità di punto vendita "Sosi", non soltanto offrendo pane fresco e brioches ma anche pasti pronti da gustare in loco (o da portare a casa ndr) come insalatone, bevande e caffetteria". Sebbene con volto rinnovato e con nuove possibilità, il locale mantiene quello stesso clima "accogliente e familiare" tanto caro a Luraschi, insieme ai "sassi delle antiche mura lasciate a vista in quanto reperto storico".

 

"Abbiamo aperto da nemmeno una settimana e dobbiamo ammettere che, sebbene le premesse fossero buone, è andata e sta andando ancora meglio delle aspettative - confessa la responsabile del panificio -. Il negozio fa orario continuato dalle 7 alle 19 dal lunedì al sabato: siamo in 4 a gestirlo, dividendoci in turni da 2 dipendenti - conclude Lisa -. Il nostro augurio è che la voce giri, cosicché si sappia che noi ci siamo, augurandoci che l'attività possa sempre andare così bene".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Cronaca
28 gennaio - 18:29
C’è anche una carenza del 18% tra gli assistenti giudiziari: ne mancano 30 su 113 dipendenti. Questa mattina il bilancio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato