Contenuto sponsorizzato

L'anello ciclopedonale della Valbelluna è nel Green tour Veneto: "Dobbiamo superare i campanilismi per avviare progetti che valorizzino il territorio"

A oggi la provincia di Belluno era ancora assente nel progetto, l'inserimento dell'anello ciclopedonale della Valbelluna colma una lacuna e completa il Green Tour Veneto

Di Antonio Gheno - 20 giugno 2024 - 19:04

VALBELLUNA. Firmato dai Comuni della Valbelluna e dagli altri stakeholders, tra i quali il Consorzio Bim Piave, l’Ulss 1 Dolomiti e il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, il protocollo di intesa che va a inserire l’anello ciclopedonale all’interno dei percorsi del Green tour Veneto. Si completa così con la provincia di Belluno, e il relativo capoluogo, il progetto.

 

Green tour è un progetto strategico di rigenerazione territoriale finalizzato alla promozione della salute e del benessere psicofisico dei cittadini attraverso l’incoraggiamento a scoprire il territorio con una mobilità lenta, cosa che vale sia per i residenti che per i numerosi turisti che frequentano il nostro territorio anche usando direttrici già esistenti quali la via Claudia Augusta o la Monaco-Venezia.

I lavori sono stati aperti dal sindaco di Santa Giustina Ivan Minella che ha dichiarato la sua disponibilità ad ospitare questo momento istituzionale in virtù del fatto che il comune si trova al centro della Valbelluna per poi far un focus sul progetto e su come il turismo e la ciclabilità possono creare delle solide basi per costruire il futuro del territorio bellunese: “Bisogna creare sempre più tavoli per attuare e pianificare politiche di promozione e investimenti, andando a superare la logica dei campanili, perché questo significa mettere a terra i progetti e fondi e creare opportunità per valorizzare il territorio. Così facendo si può offrire un servizio sempre più strutturato ai cittadini e ai moltissimi turisti che girano per la vallata. Alle ciclabili però bisognerà affiancare sempre più l'ospitalità ed altri servizi che la regione sta già incentivando con bandi dedicati al fine di creare un unico sistema coordinato e completo”.

Il referente della Regione Veneto per il progetto Green tour, Enrico Specchio, ha spiegato nello specifico quali sono le azioni svolte e le prospettive future: “Il progetto si fonda su due pilastri principali che sono l’aver creato una ciclopedonale di 600 chilometri con otto dorsali principali che insistono su 6 province, sconfinando anche in Lombardia e ferrarese, e la volontà di far fare attività fisica a cittadini e turisti col fine di realizzare un opera di prevenzione sanitaria poiché è stato scientificamente testato che 40 minuti di attività fisica, svolti costantemente, riducono le neoplasie in maniera evidente. Volendo andare ad intercettare il turista della mobilità lenta, perché sappiamo che è un turista 'ricco' che vuole percorrere e conoscere il territorio che attraversa stando sul territorio e spendendo sul territorio, abbiamo voluto studiare anche dei menù della salute, con le strutture della ristorazione presenti sul percorso validati dalle Ulss, per avere anche un corretto stile di alimentazione”.

Per quanto riguarda l’azienda sanitaria, il commissario Giuseppe Dal Ben ha affermato come sia importante l'adesione dell'azienda al protocollo e che lo stesso si vada ad inserire all'interno di una progettualità ampia della Regione Veneto che pone l’attenzione sulla salute dell’individuo attraverso lo sviluppo di una serie di attività e di buone pratiche utili a mantenersi più possibile in salute. “Green tour coglie in maniera completa sia l’attività motoria che la sana alimentazione ed è molto quindi positivo aver inserito anche la provincia di Belluno nel sistema”.

La creazione dell’anello della Valbelluna è stata voluta dalla Fiab che, nelle parole di Claudio Giacchetti, ha fatto presente come la storia dell'anello parte dal 2000 quando si è pensato ad un collegamento Belluno - Feltre. Il tracciato è stato poi definito attraverso il lavoro dei vari enti, che negli anni hanno investito sul territorio, e facendo una minuziosa ispezione del territorio abbiamo creato un percorso prevalentemente asfaltato, quasi tutto su ciclabili o strade a basso traffico, che corre di fianco al Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, si interseca con la Claudia Augusta e la Monaco-Venezia, consente una intermodalità, una visione di una varietà di paesaggi, l’attraversamento di borghi storici e risulta utile anche per i tragitti quotidiani. Grazie al Consorzio Bim Piave sono stati creati una cartina e un sito web per far conoscere l'anello e ora il tracciato è presente anche nel Green tour e nei suoi canali di comunicazione.

 

Consorzio Bim Piave, il cui presidente Marco Staunovo Polacco ha ricordato che lo stesso rappresenta l'intera vallata del Piave ed è per questo motivo che si mette a disposizione con la sua struttura e fa da capofila nei progetti; ha ringraziato poi il direttivo che ha portato avanti per anni la progettazione dell'anello e auspicato che questo progetto ciclopedonale possa essere esteso al resto del territorio provinciale oltre che augurarsi che si continui a lavorare insieme per portare altri risultati come questo.

Sinergia che è stata evidenziata anche dalla rappresentante del comune di Cesiomaggiore, che ospita anche il museo della bicicletta, così come dalla sindaca di Feltre Viviana Fusaro, dal sindaco di Borgo Valbelluna Stefano Cesa mentre l’assessore al turismo del Comune di Belluno Paolo Luciani così come il sindaco di Limana Michele Talo e il sindaco di Sedico Christian Roldo hanno posto l’accento sull’incentivare, come amministratori, la creazione dei servizi turistici collaterali alla ciclopedonale.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 luglio - 15:30
Ad intervenire anche i senatori del Gruppo per le Autonomie, Julia Unterberger, Luigi Spagnolli, Pietro Patton e Meinhard Durnwalder: [...]
Montagna
16 luglio - 15:50
Il ragazzo si trovava nelle vicinanze della croce di vetta, a monte del rifugio Don Zio Pisoni quando, probabilmente sporgendosi, ha perso [...]
Cronaca
16 luglio - 09:21
L’indagine della polizia stradale ha permesso di identificare la donna al volante del mezzo che qualche giorno fa aveva investito una [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato