Contenuto sponsorizzato

Il Passo Sella è chiuso al traffico, ma le auto di lusso sfilano sui sentieri. In molti protestano, ma sono Tesla elettriche e autorizzate

Su Facebook s'è scatenata la protesta e in molti si sono lamentati ma oggi c'era il raduno delle Tesla per l'evento "In Silenzio sul Sella" con Francesco Moser per discutere del futuro dei trasporti elettrici

Pubblicato il - 30 agosto 2017 - 19:37

TRENTO. Su Facebook è già protesta. Il Passo Sella è chiuso ai veicoli eppure ecco spuntare sulla strada sterrata una carovana di auto da favola che risalgono lungo il breccino. Apriti cielo. Vergogna. "A noi ci fanno andare a piedi e a qualche privilegiato gli permettono di raggiungere i rifugi a bordo di super car di lusso". "Non ci andrò mai più, sono deluso". Ebbene, niente panico. Si trattava di auto elettriche, delle Tesla. Perché? Perché questa mattina alle 11 era previsto sui due lati del passo (lato Gardena e lato Pordoi) il via per il raduno Tesla con il grande campione di ciclismo Francesco Moser

 

Come risaputo nei mesi di luglio e agosto il Passo Sella è chiuso al traffico ogni mercoledì. Un'iniziativa di grande successo che ha riscosso consensi in ogni direzione. Oggi, come nelle altre occasioni, centinaia di persone hanno risalito il Passo per raggiungere la cima, godersi il silenzio della natura e la salubrità dell'aria. Eppure, all'improvviso, ecco spuntare la lussuosa carovana. Il tema, però, era proprio il silenzio. L'evento si chiamava "In Silenzio sul Sella". Ore 11 ritrovo alla base del passo, ore 11.30 breve sosta con rinfresco all'Hotel Lupo Bianco di Bruna, alle 12 ritrovo sul Passo Sella con intervista al "Checco" con confronto sul mondo dell'elettrico (e quindi dalle auto alle bici). Pranzo alle 13 all'Hotel Passo Sella Dolomitit Mountain Resort, nel pomeriggio tour panoramico dei passi Gardena, Campolongo e Pordoi e alle 20 ritrovo all'Hotel Bellavista, sulla strada Passo Pordoi, dove si trova un Destination Charger.

 

Insomma, nessun mistero, nessun segreto. Sul passo è espressamente previsto che ci si possa andare, in questi giorni di chiusura al traffico, a piedi, in bici o con mezzi elettrici. Certo, probabilmente per mezzi elettrici si pensava più a e-bike o segway ma anche le Tesla, in fondo, lo sono, non inquinano e sono silenziose. Quindi regolamento rispettato e tutto secondo i piani. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato