Contenuto sponsorizzato

OUT, l'iniziativa di Impact Hub e cooperativa La Sfera. "Un market dedicato ai prodotti di qualità realizzati dai detenuti"

Da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre: "OUT vuole combattere lo stereotipo culturale del detenuto parlando dell’altro lato del carcere. Vuole riflettere su come la detenzione possa realmente avere valenza rieducativa"

Pubblicato il - 29 settembre 2017 - 10:52

TRENTO. "Il lavoro può essere momento di riscatto. Può diventare leva e opportunità per cambiare vita, in particolar modo, per chi si trova a scontare una pena detentiva in un carcere. Un’occupazione può dare nuove prospettive, nuove competenze, nuove possibilità".

 

La locandina con gli appuntamenti dell'iniziativa che si terrà nel fine settimana, organizzata dalla collaborazione tra Impact Hub e La Sfera, la cooperativa sociale che da anni lavora all'interno della Casa circondariale di Trento con il progetto "Galeorto", si chiama "OUT".

 

"OUT è un market dedicato ai prodotti di qualità realizzati dai detenuti nelle carceri italiane - spiegano gli organizzatori - è musica dal vivo, cultura e sport. E' un momento di incontro e riflessione sulle sinergie che si possono creare tra il dentro e il fuori del carcere".

 

MA non solo: "OUT vuole combattere lo stereotipo culturale del detenuto parlando dell’altro lato del carcere. Vuole riflettere su come la detenzione, e in particolare l’esperienza lavorativa durante il periodo di reclusione, possa realmente avere valenza rieducativa. L'obiettivo è quello di valorizzare prodotti belli, originali, di qualità realizzati da detenuti reclusi negli Istituti penitenziari italiani attivi in progetto di inserimento lavorativo.

 

Il programma delle iniziative parte venerdì 29 settembre con la proiezione de "Il più grande sogno" di Michele Vannucci, vincitore del 3 Future Award, riconoscimento al film più originale, innovativo e con le migliori qualità espressive.

 

Il film, che sarà all'Astra alle ore 21, raccontala vera storia di Mirko Frezza, 40 anni, e una vita vissuta fregandosene delle regole. Appena uscito di prigione vuole ricominciare da capo. L’occasione per rifarsi una vita sembra arrivare da un’improbabile candidatura: Mirko, a suo modo popolare nella borgata degradata in cui vive, viene eletto presidente del comitato di quartiere. Dopo la proiezione sarà possibile incontrare il protagonista, modererà l’incontro l’avv. Igor Brunello.

 

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, a Impact Hub dalle 10.30 alle 19.00, lo spazio di via Sanseverino 95 ospiterà un mercatino di prodotti – abbigliamento, accessori, oggetti artigianali, prodotti alimentari – realizzati da detenuti di alcune carceri italiane. 

 

"Sarà un’occasione per conoscere realtà diverse provenienti da tutta Italia e per acquistare oggetti e prodotti di qualità, assaggiare qualcosa di buono, ascoltare buona musica. Potrai inoltre visitare la cella in piazza animata dagli operatori di APAS - spiegano i promotori dell'iniziative - e visitare una mostra fotografica dedicata all’ex-carcere di via Pilati curata da Luca Chisté.

 

Sarà possibile mangiare con Frambi’s, cucina sarda e arrosticini, e bere con la birra dell'Agribirrificio Argenteum.

 

Sabato pomeriggio, dalle 16 alle 17, ci sarà la presentazione della mostra a cura del fotografo Luca Chistè e l'incontro con Tommaso Amadei, responsabile dell’Area Educativa della Casa Circondariale di Trento. Alle 17 dj set con OstinatO Fella: fragranze musicali in beats, jazz, rnb, soul, funky, elettronica, hip hop e world.

Il successivo lunedì 2 ottobre si sarebbe dovuta disputare una partita di calcio tra l'AC Trento, nota squadra del territorio da poco promossa in serie D, e un gruppo di detenuti appassionati di calcio. Ma la partita non avrà luogo poiché i giudici non hanno ritenuto di avallare la proposta.

 

Per sapere di più sul programma e sull'iniziativa, questo il link.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato