Contenuto sponsorizzato

Ondata russa, San Pietroburgo si sbarazza di Trento

Basket. La Dolomiti Energia si arrende alla corazzata di San Pietroburgo per 60-93 nella terza giornata di Eurocup

Di Luca Andreazza - 17 ottobre 2018 - 22:16

TRENTO. E' ottobre rosso alla Blm Group Arena, troppo forte San Pietroburgo per questa Aquila Basket ancora alla ricerca di meccanismi, misure e brillantezza. I russi passeggiano per 60-93. Una serata difficile per i colori bianconeri alla terza uscita in questa Eurocup dopo la vittoria all'esordio contro Belgrado e la sconfitta dell'ultimo turno al cospetto dell'Asvel Villeurbanne

 

Il roster russo mette subito sul parquet un mix di talento e solidità, ma soprattutto certezze, mentre l'avvio dei bianconeri è troppo timido. La squadra di coach Vasily Karasev, trascinata da Reynolds e Scrubb, prende così subito in mano le operazioni della gara e indirizza la partita fin dal primo minuto verso un porto sicuro.

 

Pronti, via e San Pietroburgo spinge il tabellone a segnare un punteggio di 0-8, i bianconeri reagiscono e si avvicinano, ma i russi non danno mai l'impressione di perdere il controllo della situazione. La Dolomiti Energia soffre, invece, terribilmente l'atletismo e la consistenza dello Zenit, tanto che al riposo lungo Forray, Hogue e Jovanovic sono già a tre falli.  

 

Dopo un primo quarto appannaggio dei russi chiuso sul 14-21, Trento prova a rialzarsi nel secondo periodo (19-23) ma poi incappa il qualche passaggio a vuoto e lo Zenit non perdona per allungare a +11 prima dell'intervallo sul 33-44. 

 

Non è serata e la Dolomiti Energia non si accende nemmeno nella terza frazione (14-24). La truppa di coach Maurizio Buscaglia fatica a entrare in partita e San Pietroburgo allunga ancora fino al 47-68. Nell'ultimo quarto (28-13) lo Zenit inserisce ulteriormente le seconde linee, mentre Trento non riesce a gestire nel migliori dei modi le azioni d'attacco e resta morbida in difesa. Finisce 60-93 per i russi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 19:42

Se le opposizioni politiche sono subito intervenute per manifestare un grande sconcerto per il taglio da 5 milioni di euro, le associazioni sono uscite frastornate nel leggere il provvedimento. "Non vogliamo fare polemica - dice Anzi - ma la richiesta è quella di confrontarsi con l'assessore e il servizio perché la delibera lascia ancora molti aspetti da chiarire

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato