Contenuto sponsorizzato

Anche l'argento olimpico russo Alexey Chervotkin alla prossima Bondone Nordic Ski Marathon

Dopo aver raccolto le iscrizioni di big come Francesco Ferrari, Mauro Brigadoi e Nicola Morandini, è arrivata anche quella del russo Alexey Chervotkin, un nome importante del fondo internazionale, dato che è reduce dal brillante successo nella recente Gran fondo Val Casies nella sua versione in tecnica libera, strappato in volata al finlandese, oro mondiale, Matti Heikkinen

Pubblicato il - 19 febbraio 2019 - 15:16

TRENTO. Ultimi giorni di attesa per la Bondone Nordic Ski Marathon, che nel prossimo fine settimana animerà la piana delle Viote, dove si daranno battaglia fondisti top, ma anche tanti master alla ricerca di punti per la coppa Italia Rossignol e il Campionato italiano.

 

Dopo aver raccolto le iscrizioni di big come Francesco Ferrari, Mauro Brigadoi e Nicola Morandini, è arrivata anche quella del russo Alexey Chervotkin, un nome importante del fondo internazionale, dato che è reduce dal brillante successo nella recente Gran fondo Val Casies nella sua versione in tecnica libera, strappato in volata al finlandese, oro mondiale, Matti Heikkinen.

 

L'atleta russo vanta la conquista di due prestigiose medaglie d’argento olimpiche, conquistate con la staffetta russa nel 2017 ai mondiali di Lahti e nel 2018 alle Olimpiadi di Pyeongchang e fa anche parte della nazionale russa di skiroll, che la scorsa estate ha scelto il Monte Bondone per la propria preparazione. Tre anni fa è anche riuscito a salire sul podio della coppa del Mondo in questa disciplina.

 

È importante ricordare che le iscrizioni alla quinta edizione della gara organizzata dall'Asd Charly Gaul Internazionale e dall'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, per chi non è coperto dalla procedura Fisi riservata alle società, chiuderanno giovedì alle 12: le adesioni vanno compilate e inviate attraverso il portale Endu.

 

L'orario di partenza delle due competizioni in programma sabato 23, quella in tecnica classica, e domenica 24, quella in tecnica libera, è fissato per le ore 10 in entrambi i casi. Si svolgeranno su un anello lungo 15 chilometri, da percorrere una o due volte a seconda che si intenda partecipare alla 15 chilometri alla 30 chilometri, un percorso che si presenterà in condizioni ottimali grazie alla grande quantità di neve disponibile e che prenderà le mosse dalla pista rossa Val del Merlo, poi interesserà la pista blu Gervasi e tre chilometri della pista nera Cercenari. Le piste saranno riaperte al pubblico alle 13, sabato e domenica.

 

Ben otto quindi i titoli in palio, quelli conquistati nel 2018 nella tecnica classica da Mauro Brigadoi (30 km) e Simone Bosin (15 km) e da Michela Tessaro (30 km) e Agata Marchi (15 km); nella tecnica libera da Julian Brunner (30 km) e Stefano Detassis (15 km) e da Antonella Confortola (30 km) e ancora Agata Marchi (15 km).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 maggio - 06:01

 Le parole ''gnocca'', ''negro'', ''muslim'' vanno alla grande, la mission pare essere quella di bannare i ''pididioti'', l'insulto per donne sovrappeso fotografate ''a tradimento'', poi, è un must. La speranza è che si tratti di un furto di personalità ma dalle foto sembrerebbe proprio che Ivan Cristoforetti braccio destro di Spinelli sui social si scateni. Ecco come 

20 maggio - 19:53

Da quando il maltempo di fine ottobre ha distrutto interi boschi nella zona di Bedolplan, sopra Piné, praticamente nulla è stato fatto a livello di recupero del legname schiantato e della zona. In questi giorni, però, è arrivata l'incredibile notizia ai due giovani gestori del ristorante/bar: ''Hanno trasformato in un lotto unico un'area di circa 150 ettari e la ditta che ha vinto l'appalto ha deciso, per motivi di sicurezza, di farne tutto zona cantiere''

20 maggio - 19:17

L'incidente è avvenuto sulla tratta tra Berlino e Monaco all'altezza di Lipsia. La donna era andata con la figlia e il figlio a vedere la finale di Champions di pallavolo. Il suo ultimo post su Facebook recita: ''Complimenti bravissima Lube''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato