Contenuto sponsorizzato

Aquila Basket di scena a Malaga, Pascolo: ''Squadra importante e giocare in queste arene è emozionante''

La Dolomiti Energia è reduce dal successo interno contro Treviso in serie A, mentre in Europa proviene dalla sconfitta contro l'Arka Gdynia. L'assistant coach Dusmet: "L'Unicaja è una squadra che ha tutto per andare in fondo a questa competizione: hanno talento diffuso sugli esterni, lunghi esplosivi, un bel mix tra stranieri e spagnoli"

Foto di Daniele Montigiani
Di L.A. - 29 ottobre 2019 - 15:33

TRENTO. In Spagna si chiude il girone d'andata dell'Aquila Basket in Eurocup. I bianconeri sono attesi a Malaga per il round 5 alle 20.45 di mercoledì 30 ottobre e il bottino fin qui raccolto dalla truppa di coach Nicola Brienza è di due vittorie contro Buducnost e Oldenburg e due sconfitte al cospetto di Galatasaray e Arka Gdynia.

 

Una Dolomiti Energia reduce dal successo interno contro Treviso in serie A: "La chiave della nostra vittoria è stata la nostra capacità di rimanere compatti nelle difficoltà e poi di reagire tutti assieme - dice Davide Pascolo - non potevamo dare una risposta migliore in questo momento della stagione a livello di collettivo, era quello di cui avevamo bisogno".

 

Ora è già tempo di voltare pagina per un'altra serata europea. "Tra Malaga e Galatasaray - prosegue l'ala - ci aspettano due avversarie toste di coppa in trasferta, su campi caldi dove dovremo fare qualcosa di speciale per uscire con due punti in classifica: ci servirà esprimere con più continuità la nostra pallacanestro e in particolare la difesa aggressiva, ma anche la capacità di condividere la palla in attacco. Giocare a Malaga e più in generale in arene come quella che ospiterà il match mercoledì sera è sempre un'emozione: affrontare squadre di questo blasone in competizioni internazionali ci dà grandi stimoli e energia mentale che dovremo essere bravi a trasformare in una buona prestazione di squadra in campo".

 

La Dolomiti Energia cerca un colpo in grado di puntellare la posizione in classifica e rientrare tra le prime quattro del gruppo D per accedere alla fase successiva della competizione continentale. Il Buducnost è ancora inchiodato a zero successi, mentre Oldenburg ha piazzato la prima vittoria

 

Ma Malaga è un parquet estremamente difficile. "E' tra le big di questa Eurocup - evidenzia Davide Dusmet, assistant coach di Aquila Basket - ha un roster importante, tradizione, un'organizzazione abituata a giocare per vincere competizioni di altissimo livello in Spagna e in Europa".

 

Il momento degli spagnoli, però, non è brillantissimo. "Per noi questo è un bel test - conclude Dusmet - che capita in un momento in cui possiamo verificare come sta andando il nostro percorso e in cui possiamo mettere un mattoncino in più ripartendo dalle buone cose che hanno fatto la differenza contro Treviso. L'Unicaja è una squadra che ha tutto per andare in fondo a questa competizione: hanno talento diffuso sugli esterni, lunghi esplosivi, un bel mix tra stranieri e spagnoli con esperienza, entusiasmo e conoscenza del basket europeo. Malaga tra l'altro è reduce da un paio di sconfitte, in Eurocup a Oldenburg e nel campionato spagnolo contro l'Estudiantes, quindi ci servirà una grande partita per pareggiare la loro voglia di tornare alla vittoria oltre che la loro fisicità".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato