Contenuto sponsorizzato

Aquila Basket, i bianconeri cercano il quarto successo in coppa e un altro passo in avanti verso la qualificazione alle Top 16

I bianconeri ritornano in campo per la settima giornata europea, l'appuntamento alla Blm Group Arena è per le 19.30 contro Podgorica. La vittoria all'ultimo respiro di Pesaro ha mostrato una Dolomiti Energia ancora alla ricerca della miglior versione di se stessa ma capace nei momenti di massima difficoltà di soffrire e di trovare le risorse per strappare i due punti anche in una serata con tante ombre

Foto di Daniele Montigiani
Pubblicato il - 11 novembre 2019 - 15:22

TRENTO. "Quella che ci aspetta contro il Buducnost è una partita importante, ricca di insidie e di stimoli". Così Nicola Brienza, coach di Aquila Basket, che aggiunge: "Podgorica è ancora a zero punti in classifica ma ha perso le ultime tre partite in Eurocup con uno scarto complessivo di 4 punti. E' una squadra con talento, esperienza e certamente grande voglia di strappare questi due punti e ottenere il primo successo stagionale in coppa".

 

I bianconeri ritornano in campo per la settima giornata europea, l'appuntamento alla Blm Group Arena è per le 19.30 contro Podgorica. La vittoria all'ultimo respiro di Pesaro ha mostrato una Dolomiti Energia ancora alla ricerca della miglior versione di se stessa ma capace nei momenti di massima difficoltà di soffrire e di trovare le risorse per strappare i due punti anche in una serata con tante ombre.

 

Le "luci" sono arrivate dall'ottima serata al tiro dei ragazzi di coach Brienza: massimo in stagione di squadra in Serie A per numero di triple a bersaglio (10), di percentuale dall'arco (52.6%) e per numero e precisione dei tiri liberi convertiti (23/26 per un ottimo 88.5%).

 

Quella contro la VL Pesaro è stata l'undicesima partita, da quando Trento è in serie A, che un match dei bianconeri tra campionato e Eurocup va al supplementare: sei vittorie per Forray e compagni, che erano andati per l'ultima volta in overtime nella sconfitta interna contro Milano nella giornata di campionato numero 29 della scorsa stagione (77-79 con 19 punti e quattro assist di Aaron Craft).

 

L'ultimo precedente in "OT" in Europa è una vittoria contro lo Zenit nella leggendaria rimonta di San Pietroburgo, ma in Eurocup Trento e Podgorica di tempi supplementari in una partita ne giocarono addirittura due nella partita di Top 16 2018 vinta dai montenegrini 105-106.

 

"Se guardiamo la classifica del girone - prosegue coach bianconero - la nostra vittoria a Istanbul contro il Galatasaray è senza dubbio stata pesante ma ora dobbiamo proteggere il fattore campo: la doppia sfida con Oldenburg e Gdynia sarà decisiva, certo, ma è fondamentale arrivarci con una vittoria sul Buducnost per inseguire con maggiore slancio la qualificazione alle Top 16".

 

La vittoria di sabato con Pesaro? "Guardo il lato positivo - spiega Brienza - non eravamo mai riusciti a mettere in fila due successi tra coppa e campionato e ce l'abbiamo fatta, al di là di come si è sviluppata la partita siamo stati bravi a non perdere la testa quando il match sembrava esserci scappato via".

 

Si giocano mercoledì sera le altre due partite del girone D, che si avvia verso la sua fase più delicata e decisiva: alle 20 in Germania va in scena Oldenburg (3-3) contro Galatasaray (4-2), mezz'ora più tardi in campo Unicaja Malaga (5-1) e Arka Gdynia (3-3).

 

 

Per quanto riguarda le italiane, Bologna (5-1) vuole continuare a correre spedita verso le Top 16 e gioca mercoledì alle 18.30 sul campo del Maccabi Rishon (1-5); in palio punti pesanti per Venezia (4-2) che ospita il Lokomotiv Kuban sempre mercoledì alle 19.45. Nel gruppo C, ancora mercoledì alle 20.45, impegno casalingo per Brescia (3-3) che affronta Badalona (4-2).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato