Contenuto sponsorizzato

Il Trento non sbaglia contro il Maia Alta. Prima vittoria per il Comano Fiavè

Il Trento si conferma a punteggio pieno in testa al campionato di Eccellenza dopo sette giornate, mentre solo il San Giorgio tiene il passo e resta a quattro punti di distanza. In terza piazza San Paolo e Termeno, formazioni staccate però di 8 lunghezze rispetto ai gialloblù

Il primo gol di Sottovia (foto di Carmelo Ossanna)
Pubblicato il - 14 ottobre 2019 - 19:24

TRENTO. Il Trento si conferma a punteggio pieno in testa al campionato di Eccellenza dopo sette giornate, mentre solo il San Giorgio tiene il passo e resta a quattro punti di distanza. In terza piazza San Paolo e Termeno, formazioni staccate però di 8 lunghezze rispetto ai gialloblù. In coda successo per il Comano Fiavè che supera il Bressanone e festeggia la prima vittoria stagionale.

 

Il Trento batte 5-1 il Maia Alta: doppietta di Sottovia, poi Baido, Pietribiasi e Santuari chiudono ogni discorso nella ripresa. Nel finale Hasa segna la rete della bandiera meranese direttamente su calcio piazzato.

 

Al Briamasco i gialloblù spingono subito sull'acceleratore: passano solo sei minuti e il Trento si porta subito avanti. Combinazione Pietribiasi-Sottovia e quest’ultimo concludere di destro: Wieser si allunga, ma non basta per evitare il vantaggio aquilotto.

 

Gli altoatesini abbozzano una reazione e la discesa di Unterthuner sulla destra permette al terzino ospite di mettere un pallone al centro che viene smanacciato ed allontanato in tuffo da Cazzaro. Dopo un palo centrato da Baido su calcio piazzato, al 42' arriva il raddoppio: Paoli pesca Sottovia, che si coordina in girata e fredda Wieser per la seconda volta.

 

Nella ripresa la pressione gialloblù porta al terzo gol: Baido recupera palla sulla trequarti, salta il diretto marcatore e scaraventa in rete con un potente diagonale. Tre minuti più tardi poi gli aquilotti archiviano la pratica con Pietribiasi che s’inserisce alle spalle della difesa prima di concludere in maniera vincente con il destro, approfittando anche della deviazione di un difensore.

 

Al 67’ c’è spazio anche per l’esultanza del subentrato Santuari che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pellicanò, impatta di testa senza lasciare scampo a Wieser. Nel finale di partita il Trento amministra il vantaggio, ma un missile di Hasa su calcio di punizione dalla lunga distanza s’insacca all’incrocio dei pali e interrompe il record di imbattibilità gialloblù.

 

CLASSIFICA: Trento 21, San Giorgio 17, San Paolo 13, Termeno 13, San Martino 12, ViPo Trento 10, Lana 10, Bressanone 9, Rotaliana 9, Arco 8, Maia Alta 8, Bozner 7, Lavis 6, Mori S. Stefano 6, Comano Fiavè 4, Anaune 4

 

Arco-San Paolo 3-0

Comano Fiavè-Bressanone 3-1

Lana-Rotaliana 2-1

Lavis-Bozner 3-2

San Giorgio-ViPo Trento 2-0

San Martino-Mori S. Stefano 4-1

Termeno-Anaune 4-2

 

TRENTO - MAIA ALTA 5-1

Reti: 6’e 42’pt Sottovia (T), 12’st Baido (T), 15’st Pietribiasi (T), 22’st Santuari (T), 45’st Hasa (M)

 

Trento: Cazzaro; Paoli, Trainotti (19’st Panizza), Carella, Pellicanò; Caporali, Pettarin, Battisti (12’st Santuari); Baido (23’st Celfeza); Pietribiasi (17’st Trevisan), Sottovia (12’st Badjan).

A dispozione: Conci, Pederzolli, Marcolini, Comper.

Allenatore: Flavio Toccoli.

 

Maia Alta: Wieser, Höller (28’pt Parise), Tratter, Hasa, Ceravolo, Unterthurner, Drescher (23’st Gallo), Jamai (10’st Pamer), Bacher, Ciaghi (19’st Capobianco), Lanthaler (31’st Gamper).

A disposizione: Moretti, Giacomini, Luther, Augscheller

Allenatore: Luca Lomi.

 

Arbitro: Piccolo di Bolzano (Ali e Frediani di Bolzano)

Note: spettatori 400 circa. Campo in buone condizioni. Giornata calda e soleggiata. Recupero 1' + 0'.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 novembre - 19:43

La miccia si accende per il post su Facebook di un allevatore del perginese. Da lì le risposte piccate dei sindaci di Frassilongo e Pergine con quest'ultimo che rimuove tutto. A far da paciere il primo cittadino di Palù, che però si toglie qualche sassolino

11 novembre - 19:37

Il partito secessionista ha celebrato l'anniversario dell'arrivo delle truppe italiane al Brennero apponendo sul cippo di confine un sacco con una scritta rivendicativa. "Il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno stato straniero, al quale non volevano appartenere". Non è la prima volta che il confine italo-austriaco finisce al centro delle iniziative della Südtiroler Freiheit

11 novembre - 13:46

Il blocco di una corsa avvenuto settimana scorsa nei pressi di Mezzana aveva spinto la consigliera Lucia Coppola a depositare un'interrogazione per comprendere le motivazioni e gli eventuali problemi di manutenzione. Questioni che da Trentino Trasporti vengono considerate però imprevedibili e dovute a condizioni meteorologiche eccezionali 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato