Contenuto sponsorizzato

Trento espugna il campo di Varese. Super Mian da 21 punti. PAGELLE.

I bianconeri arrivano pronti alla sfida contro l'Openjobmetis e portano a casa una vittoria fondamentale. Ottimi Blackmon e Mian dalla lunga distanza (45 punti complessivi)

Di Mattia Sartori - 29 dicembre 2019 - 19:31

TRENTO. L’Aquila cerca subito di prendere il controllo della partita con dei buoni possessi difensivi, che le permettono di trovare il primo vantaggio sul 0-2. Purtroppo Varese non è da meno: si chiudono in difesa i biancorossi e iniziano a correre in contropiede, trovando canestri facili e portandosi sul 7-3. Kelly e Blackmon infilano due triple e ottengono la parità (9-9). Il nuovo vantaggio trentino arriva poco dopo con i tiri dall’arco di Forray e Blackmon che portano i bianconeri sul 12-18. Continua a far girare bene il pallone la Dolomiti Energia, mantenendosi in vantaggio fino alla fine del primo periodo, che vede i trentini avanti per 16-20.

 

Botta e risposta in apertura del secondo quarto: Ferrero infila subito due punti e Trento risponde con tre triple di fila di Mian, che porta i trentini sul +9. Knox aggiunge altri due punti al vantaggio della squadra ospite. Arriva successivamente la risposta di Varese con la tripla di Clark, messo subito a tacere dagli ennesimi tiri a bersaglio del numero 9 (14 punti in 5 minuti di gioco). Jakovic la mette dall’angolo per il -10 dei biancorossi, subito seguito da Cervi e Clark, che portano i padroni di casa sul 29-36. Mayo aggiunge tre punti al parziale di Varese, spezzato poi dai tiri dall’arco di Craft e Blackmon. Jakovic riporta i varesotti a -7 dalla lunetta, ma c’è il capitano per Trento che infila la tripla del +10 allo scadere del secondo periodo (36-46).

 

Rientro intenso per entrambe le squadre: Craft penetra facilmente in area per un tiro facile, Jakovic trova il canestro dalla lunga distanza e Pascolo somma altri due punti al punteggio di Trento per il +11. Ci si mette anche Blackmon, che taglia la difesa dei padroni di casa procurando alla Dolomiti Energia il suo massimo vantaggio (+13). Peak e Tambone interrompono la striscia positiva dei bianconeri con cinque punti di fila, ma dall’altra parte c’è Craft, che trova Blackmon libero sull’arco dei 6,75 metri. Ferrero ottiene il -9 di Varese, infiammando il palazzetto, subito spento dall’ennesima tripla del numero 1 trentino. Piovono tiri da tre punti da entrambe le parti e alla fine Trento ne esce vittoriosa con Mian, che segna il +15 bianconero. Ferrero segna da tre per portare i biancorossi a -12 e si chiude la terza frazione di gioco sul 53-65.

 

Non vuole assolutamente cedere terreno l’Aquila, che inizia l’ultimo periodo alzando ulteriormente il ritmo. Knox e Gentile trovano il +16 (nuovo massimo vantaggio), trasformato in +13 da Simmons. Si riprende Varese sulle triple di Mayo e Ferrero, tornando a -9. Blackmon e Forray provano a rompere il ritmo dei varesotti, ma Mayo si fa trovare ancora libero sull’arco, riportando i suoi a -9, subito trasformato in -11 da Craft. È ancora Ferrero a rispondere per la squadra di casa, seguito da Simmons, che trova il -8. Duello da 3 punti tra Blackmon e Mayo, a cui si aggiunge Peak per il -5 di Varese a un minuto e mezzo dalla fine. Gentile si fa sentire negli ultimi secondi trovando un +7 fondamentale per Trento, Jakovics segna il nuovo -5 dalla lunetta, ma ormai è inutile: la Dolomiti Energia strappa una vittoria fondamentale contro Varese per 81-86.

 

KELLY 7 – Solida prestazione in attacco e fenomenale in difesa. I giocatori di Varese non hanno gioco facile contro di lui, soprattutto nella prima metà.

 

BLACKMON 8 – Incredibile dall’arco: 24 punti con il 64% dalla linea dei tre punti. Buono anche in difesa dove si fa vedere molto più attivo del solito.

 

CRAFT 7 – Solita ottima prestazione in cabina di regia. Trova spesso e volentieri i compagni liberi oltre l’arco dei tre punti, come testimoniano i suoi 6 assist.

 

GENTILE 7,5 – Nei primi quarti distribuisce egregiamente il pallone (6 assist come Craft), lasciando spazio ai compagni e facendo girare bene la squadra. Sul finale si carica la responsabilità di tiri pesanti in momenti fondamentali.

 

PASCOLO 6 – Un po’ sottotono rispetto ad altre serate, ma fa comunque la sua parte, restando un giocatore importante nelle rotazioni di coach Brienza.

 

MIAN 8,5 – 21 punti, 56% da tre ed MVP della serata. Oggi è stato lui la grande sorpresa della Dolomiti Energia, mettendo la sua firma sui canestri che segnano il vero distacco dagli avversari.

 

FORRAY 7 – Buona prestazione in aiuto a Craft come guida della squadra. Ci aggiunge anche 11 punti segnati con delle triple fondamentali.

 

KNOX 6,5 – In una partita in cui la difesa avversaria si chiude sul pitturato, teoricamente la sua zona di campo, riesce comunque a racimolare 6 punti e 4 rimbalzi.

 

MEZZANOTTE 5,5 – A parte un paio di momenti buoni in difesa, non apporta un grande contributo alla squadra.

 

KING – N.E.

 

LECHTHALER – N.E.

 

BRIENZA 7,5 – Prepara bene i suoi ragazzi alla partita di stasera, facendoli arrivare pronti a contrastare la difesa messa a punto da coach Caja. Guida bene i bianconeri anche durante la partita, peccato solo per il parziale subito alla fine.

 

OBENJOBMETIS VARESE – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  81-86

(16-20; 36-46; 53-65; 81-86)

 

OBENJOBMETIS VARESE. Peak 10, Clark 6, De Vita, Jakovics 11, Natali, Vene 5, Cervi 4, Simmons 7, Mayo 15, Tambone 7, Gandini, Ferrero 16. Allenatore: Attilio Caja.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Kelly 5, Blackmon 24, Craft 7, Gentile 10, Pascolo 2, Mian 21, Forray 11, Knox 6, Mezzanotte, King, Lechthaler. Allenatore: Nicola Brienza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato