Contenuto sponsorizzato

Basket Eurocup, Aquila Ko anche al secondo giro: contro gli spagnoli per Trento non c'è nulla da fare. PAGELLE

Non bastano le buone performance di Caroline e Saunders a trascinare l'Aquila alla sua prima vittoria europea. Anche nel match contro Andorra i trentini devono piegarsi davanti ad un avversario tecnicamente e fisicamente superiore

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 27 ottobre 2021 - 22:25

ANDORRA. Nei primi minuti di gioco la Dolomiti Energia sembra quella dell’esordio in Eurocup e riesce solo a subire le iniziative degli spagnoli. I padroni di casa si portano quindi agilmente in vantaggio con un mini-parziale di 6-1. A tenere a galla Trento è Saunders, che in due azioni conquista praticamente da solo la parità per i bianconeri. La strapotenza di Andorra sotto canestro si fa sentire, soprattutto dato che non viene controbilanciata dai tiri dell’Aquila, molto imprecisa nella prima frazione di gioco. La Morabanc prende quindi saldamente il comando del match, chiudendo il primo quarto avanti di 11 (21-10).

 

Se in difesa Trento continua a faticare, in particolare su Nakic, offensivamente trova in Caroline una soluzione stabile. Il numero 24 infatti si carica i compagni sulle spalle e tiene la Dolomiti Energia in partita, segnando 9 punti in soli 5 minuti di gioco. Quando si aggiusta anche la difesa gli spagnoli iniziano a crollare sotto la pressione dei bianconeri che arrivano anche a -2. A salvare i padroni di casa sono Crawford e Noua: con 2 triple Andorra ricaccia indietro i trentini e riprende fiducia. Il rientro di McIntyre è la condanna definitiva per la Dolomiti Energia, che subisce un parziale di 10-0 tra antisportivi e alley oop e torna negli spogliatoi sotto di 16 (46-30).

 

Tornata in campo l’Aquila inizia a recuperare terreno: nelle prime azioni i bianconeri trovano buoni canestri anche dalle mani di Reynolds e Williams, accorciando nuovamente a -10 dopo un parziale di 6-0. Gli spagnoli cercano di scappare di nuovo, ma un secondo sprint dei trentini minaccia seriamente il vantaggio di Andorra. Con la tripla di Bradford Trento si porta a sole 2 lunghezze di distanza dai padroni di casa, che però sul finale tornano a ingranare e si riportano a distanza di sicurezza prima della sirena di fine quarto (62-54).

 

Nell’ultima frazione di gioco Noua prende il comando fin dalle prime azioni e fa crescere ulteriormente il vantaggio spagnolo, ormai a +15. Trento però si affida alle mani di Saunders e con un parziale di 5-0 si rimette in carreggiata. Poco dopo la metà del quarto l’Aquila infila 2 triple consecutive con Flaccadori e Reynolds, tornando a -9 e riaccendendo la speranza. I bianconeri però non riescono ad andare oltre e Andorra li accompagna fino alla seconda sconfitta ufficiale in Eurocup (85-74).

 

BRADFORD 5 – A parte la tripla del -2 praticamente in campo non lo si vede. Match non entusiasmante per lui.

 

WILLIAMS 4,5 – Viene eclissato dai lunghi di Andorra, che lo mettono sempre con le spalle al muro. Deludente soprattutto in difesa, dove spesso è assente e lascia campo libero agli avversari.

 

REYNOLDS 5,5 – Una prima metà completamente da dimenticare per il numero 5, che trova soltanto tiri forzati con pessime percentuali. Negli ultimi due quarti si riprende un po’, ma ancora non è abbastanza.

 

CONTI 6 – Nei pochi minuti in cui si trova sul parquet riesce a mettere una buona pressione sugli avversari. Un po’ penalizzato dai falli.

 

FORRAY 6,5 – Non una partita da protagonista come con Treviso, ma il capitano tira fuori dal cilindro un paio di giocate d’esperienza fondamentali per tenere la squadra in partita.

 

FLACCADORI 4,5 – Prestazione deludente per Flaccadori, specialmente dal punto di vista della gestione di palla. Il giovane bianconero finisce la partita con ben 3 palle perse, alcune delle quali arrivate in momenti molto sconvenienti della partita. Anche al tiro non brilla, finendo con 0% da 2 punti e 20% da 3.

 

SAUNDERS 7,5 – Per la prima volta quest’anno lo vediamo assumere un ruolo da protagonista, perlomeno nel primo e nell’ultimo quarto, quando sono proprio le sue azioni offensive a mantenere a galla i bianconeri.

 

MEZZANOTTE S.V.

 

LADURNER 5 – Ovviamente va considerata la caratura degli avversari con cui si è scontrato, ma il giovane lungo trentino può dare molto di più.

 

CAROLINE 8 – Un uomo solo al comando. È lui il vero trascinatore dei trentini per la maggior parte della partita. Il numero 24 a rimbalzo si scontra come un leone con avversari molto più grossi di lui e in attacco le sue penetrazioni spesso colgono la difesa impreparata.

 

MOLIN 5,5 – Sicuramente un miglioramento rispetto all’esordio, ma c’è ancora lavoro da fare. In generale la squadra ha avuto un andamento troppo altalenante, serve più costanza, soprattutto da parte di alcuni giocatori chiave della formazione.

 

MORABANC ANDORRA – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  85-74

(21-10; 25-20; 16-24; 23-17)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Bradford 3, Williams 6, Reynolds 13, Conti, Forray 5, Flaccadori 4, Saunders 18, Mezzanotte, Ladurner, Caroline 24. Allenatore: Emanuele Molin.

MORABANC ANDORRA. Miller-McIntyre 10, Pauli 6, Olumuyiwa 4, Llovet 11, Hannah 20, Noua 20, Nakic 7, Diagne 2, Crawford 8, Colom, Jelinek 8, Morgan 5, Arteaga 4. Allenatore: Ibon Navarro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 15:35
La protezione civile ha diramato un’allerta arancione per le importanti nevicate che nei prossimi giorni si abbatteranno sul Trentino: “Nella [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:33
A denunciare l'accaduto l'associazione Dos de Luna Gardolo di mezzo che, come da tradizione, anche quest'anno aveva allestito un piccolo presepe [...]
Cronaca
07 dicembre - 13:25
L’iniziativa in piazza Mazzini per ribadire l'importanza dei vaccini. A Bolzano il movimento Noi/Wir Pro vax si è mobilitato per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato