Contenuto sponsorizzato

Remontada da urlo e salvezza ad un passo: la Delta Despar Trentino piega al tie break Casalmaggiore dopo una partita infinita. Piani ne fa 27!

Le gialloblù tornano a vincere, raggiungono a quota 20 la compagine cremonese e, adesso, la permanenza in categoria è veramente dietro l'angolo e potrebbe arrivare già domenica, quando le trentine ospiteranno in via della Malpensada Il Bisonte Firenze. Preoccupazione per l'infortunio muscolare occorso a capitan Fondriest

Vittoria Piani, Mvp della sfida contro Casalmaggiore con 27 punti (foto Alessio Marchi - Trentino Rosa)
Di Da.Lo. - 19 febbraio 2021 - 02:52

TRENTO. Lo strappo, probabilmente decisivo, verso una salvezza che sarebbe storica. A più di due mesi dall'ultima volta (il 3 a 2 alla Millenium Brescia è datato 16 dicembre 2020) la Delta Despar Trentino torna a festeggiare, piegando al tie break la Vbc Èpiù Casalmaggiore, al termine di una sfida che ha visto le gialloblù finire per due volte nella buca, risorgere in entrambi i casi e poi trovare la forza d'imporsi al quinto set.

Voto in pagella positivo per tutte le ragazze proposte sul terreno di gioco da coach Matteo Bertini, ma l'arma in più è stata una debordante Vittoria Piani, tornata ai suoi livelli e capace di mettere a terra la bellezza di 27 palloni. Chapeau per l'opposto cresciuto nel Club Italia, ma meritevole di sottolineatura sono anche la prove fornite a muro dalla Furlan, in formato "insuperabile", e dai due posto 4 D'Odorico e Melli, in vertiginosa crescita nell'arco dell'incontro.

 

La cronaca del match.

 

Partenza sprint per le ospiti con i servizi di Bajema e Melandri che obbligano Bertini a fermare subito il gioco (1-7). La reazione gialloblù arriva con un turno di Piani in battuta e lo smash di Furlan che vale il -3 (7-10). L’arma in più per Casalmaggiore si rivela essere il muro-difesa con Sirressi grande protagonista (9-15). Cumino trova nella sola Piani una valida alternativa offensiva, ma non basta per rimettere in piedi il set (13-21).

 

La pronta risposta della Delta Despar Trentino arriva nel secondo parziale a suon di muri con Furlan che ferma Bajema e Melandri e D'Odorico replica su Montibeller (11-7). Il muro di Stufi sulla fast di Fondriest riporta sotto Casalmaggiore (14-13) ma ci pensa la fast di Piani e l'attacco di D'Odorico, confermato dal videocheck, a riportare la Delta Despar sul +4 (20-16). Quando i giochi sembrano fatti arriva l'infortunio al polpaccio di capitan Fondriest e, ripartito il gioco, l'ace di Kosareva fa tremare le trentine (24-23). L'attacco di una grande Piani chiude i conti e porta la Delta Despar Trentino a vincere un parziale che mancava da cinque partite (25-23).

 

Pizzolato in campo per Fondriest ed il primo punto del parziale è l'ace di D'Odorico. Stufi mura forte e arriva l'allungo cremonese (3-6). L'attacco di Montibeller e la successiva "penellata" di Bajema scavano il solco (4-9), poi Stufi al servizio firma l'ace del +7 (5-12), mentre il muro di Bajema su Piani con il successivo ace di Marinho regalano il massmo vantaggio (6-17). Il set termina con l'attacco di Bajema (12-25).

 

Il set inizia bene per le trentine (3-0) ma la luce si spegne in casa Delta Despar a discapito delle ospiti, sul pezzo soprattutto con la correlazione muro-difesa (7-10). D'Odorico suona la carica con un ace e una pipe vincente (10-10) e porta entusiasmo nella metà campo trentina. Melli al servizio riesce a portare un importantissimo break in casa Delta complice un errore di Stufi ed un muro di Pizzolato su Kosareva (17-14). D'Odorico sigla tre punti consecutivi con due ace (22-17) e il venticinque si chiude con una doppia al palleggio fischiata a Marinho (25-19).

 

Punto a punto l'inizio del tie break: Piani porta le gialloblù al +2 con un muro su Bajema (7-5), ma la schiacciatrice americana poco dopo si vendica allo stesso modo (7-7). Al cambio campo è avanti la Delta Despar Trentino (8-7). D'Odorico sale di giri, realizza due ace e subito dopo Furlan ferma Bajema a muro (10-7). Prende il largo nel finale la formazione di coach Bertini sino al conclusivo errore in attacco delle ospiti (15-10), che manda in Paradiso tutta la Delta Despar Trentino e, soprattutto, regala un successo che vale trequarti di salvezza.

 

"Questa partita - commenta a fine gara l'allenatore trentino Matteo Bertini - ci ripaga del periodo difficile che abbiamo dovuto affrontare. Il match non si era certo messo bene con anche l'infortunio a Fondriest, ma nel momento di maggiore difficoltà siamo riuscite ad alzare il nostro livello e siamo uscite alla grande. Ci siamo presi qualche rischio in più e abbiamo ritrovato anche lo spirito combattivo che ci aveva contraddistinto. La vittoria è stata meritata, soprattutto per la reazione avuta nel quarto set e per come abbiamo giocato il tie break. Si tratta di un successo davvero molto importante, che ci avvicina al nostro obiettivo".

 

Il tabellino.

 

DELTA DESPAR TRENTINO - VBC ÈPIÙ CASALMAGGIORE 3-2

(16-25, 25-23, 11-25, 25-19, 15-10)

DELTA DESPAR TRENTINO: Cumino 1, Piani 27, D’Odorico 14, Melli 19, Furlan 12, Fondriest 2, Moro (L); Ricci 0, Bisio 0, Trevisan 0, Pizzolato 3.

Ne: Marcone.

Allenatore: Matteo Bertini.

VBC ÈPIÙ CASALMAGGIORE: Marinho 2, Montibeller 14, Kosareva 16, Bajema 18, Stufi 18, Melandri 12, Sirressi (L); Ciarrocchi 0, Vanzurova 0, Maggipinto 0, Bonciani 0.

Allenatore: Carlo Parisi

ARBITRI: Cesare Armandola e Armando Simbari.

DURATA SET: 23', 29', 22', 26', 17' (totale: 2h e 10').

NOTE: Delta Despar Trentino (attacco 58, muro 12, battuta 8, errore azione 12, errori battuta 11); Vbc ÈPiù Casalmaggiore (attacco 58, muro 17, battuta 5, errore azione 10, errore battuta 5). Mvp: Vittoria Piani.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 05:01

Una ricerca che ha messo insieme tanti pezzi di un mosaico per ricostruire la storia “perduta” di Anna Vivaldelli, uccisa a Dro l’8 marzo 1925. A quasi un secolo di distanza, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, ricostruiamo questa vicenda grazie ai documenti, le lettere e le testimonianze dell’epoca

07 marzo - 21:19

Siamo nella provincia di Ravenna e una donna, un'insegnante, si mette alla guida della propria auto per andare a cena con gli amici. Nel tragitto viene coinvolta in un incidente: tampona una vettura. Il tentativo di constatazione amichevole si prolunga e vengono chiamati a intervenire gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco. La vicenda seguita dallo studio legale Maria Rosa Visintin di Trento

07 marzo - 21:15

In scena, grazie al nuovo duo pianoforte e violino, tornano i suoni delle donne compositrici del passato e del presente per valorizzare a creatività e la forza femminile. Ecco il progetto di Monica Maranelli e Priyanka Ravanelli

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato