Contenuto sponsorizzato

Fabian Rabensteiner e Maria Cristina Nisi trionfano alla 'Vecia Ferovia'

Mountain bike. L'altoatesino taglia per primo il traguardo di Piazzol a Molina. Grande successo per l'ultima tappa 'Trentino Mtb' firmata Polisportiva Molina di Fiemme

Da sinistra i vincitori Fabian Rabensteiner e Maria Cristina Nisi (foto Newspower)
Pubblicato il - 08 agosto 2017 - 18:20

VAL DI FIEMME. E' l'altoatesino Fabian Rabensteiner il protagonista dell'edizione numero 21 de 'La Vecia Ferovia', manifestazione di mountain bike andata in scena domenica in Val di Fiemme e targata Polisportiva Molina di Fiemme

 

Il bolzanino del Team Trek Selle San Marco si è imposto nell'ultima tappa del circuito 'Trentino Mtb' in 1:28:37 dopo la partenza da Ora e 40 chilometri per 1.056 metri di dislivello con arrivo a Molina di Fiemme. Alle sue spalle Martino Fruet (Team Lapierre - Trentino - Alè) e Mattia Longa della Cannondale Rh-Racing.

 

Gruppo compatto all'uscita dell'abitato di Ora, ma già alla fine della prima salita dopo il biotopo di Castelfeder si è iniziato a capire che l'alta velocità può correre anche su una ferrovia abbandonata degli anni Sessanta: al primo traguardo volante di Pinzano, a dodici chilometri dal via, un terzetto composto dal cremonese Vittorio Oliva, dall'altoatesino Diego Cargnelutti e dal veneto Sebastiano Frassetto provava già a creare il vuoto, senza però riuscirci.

 

A breve distanza  seguiva infatti un trenino guidato da due 'vecchie glorie' della Vecia Ferovia, cioè Mattia Longa e Fabian Rabensteiner. 

 

Già a Masi di Doladizza, al diciassettesimo chilometro, Rabensteiner e Longa erano passati al comando, andando a dettare il ritmo per la restante parte di gara, seguiti da Domenico Valerio, Efrem Bonelli, Martino Fruet e da Elia Favilli.

 

Dopo aver conquistato il Gran Premio della Montagna, però, Rabensteiner non ha più mollato la prima posizione e l'altoatesino ha resistito a tutti gli assalti di Martino Fruet portati in discesa e nella rampa finale, così come sull'impervia salita del Muro della Pala (pendenza media del 18,25%) fino all'affermazione al traguardo.


(Fabian Rabensteiner all'arrivo - foto Newspower)

Senza storia, invece, la gara femminile, con il dominio assoluto di Maria Cristina Nisi, già vincitrice della scorsa edizione. L'atleta toscana trapiantata in Liguria, campionessa italiana marathon 2017 ha preceduto l'ossolana e campionessa italiana di cross country Serena Calvetti e la trentina Veronica Di Fant.

 

Non cambia invece per quanto riguarda il circuito 'Trentino Mtb', che vede una generale conferma dei leader: Mattia Longa e Lorena Zocca sono maglia oro, mentre nelle rispettive categorie primeggiano Leonardo Tabarelli (Junior), Mattia Longa (Open m.), Lorena Zocca (Open f.), Marco Rosati (Elite Sport), Francesco Vaia (Master 1), Andrea Zamboni (Master 2), Luca Zampedri (Master 3), Stefan Ludwig (Master 4), Daniele Magagnotti (Master 5), Piergiorgio Dellagiacoma (Master 6). Lorena Zocca e Andrea Zamboni sono protagonisti nella classifica degli scalatori.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato