Contenuto sponsorizzato

Aquila avvelenata da piombo, Merz: "Difficile curarla, in questi casi se ne salva una su 100". Lndc: "Caccia? Attività dannosa a 360 gradi"

Sarà difficile il recupero dell'aquila reale ritrovata nei giorni scorsi in Val di Fassa, dopo la segnalazione di una cittadina. Ora il rapace si trova in cura al Centro per il recupero della fauna selvatica della Provincia gestito da Lipu. Merz: "È stato avvelenamento, il piombo ingerito è presente in tutto il corpo". La presidente di Lndc: "L'ennesimo animale che paga le conseguenze di un hobby crudele e inutile"

Di F.C. - 10 marzo 2022 - 12:26

TRENTO. "Sarà molto difficile salvare l'aquila, in questi casi se ne salva una su cento. Stiamo facendo il possibile anche con il veterinario, ma ha ingerito una quantità molto elevata di piombo presente in tutto il corpo". Questo riporta Sergio Merz della Lipu, riguardo all'aquila reale ritrovata avvelenata nella zona di Soraga in val di Fassa nei giorni scorsiIl rapace, incapace di volare, è stato portato dai forestali al Centro di recupero della fauna selvatica provinciale dove gli sono stati riscontrati livelli di piombo elevatissimi (Qui l'articolo).

 

"Speriamo che la povera aquila riesca a guarire e possa tornare a volare libera come è giusto che sia", commenta anche Piera Rosati, presidente Lndc Animal Protection. "La caccia è un’attività dannosa a 360 gradi - aggiunge la presidente - uccide animali e spesso ferisce e uccide anche esseri umani, come dimostrano i numerosi incidenti riportati continuamente, inquina l’ambiente e crea danni agli ecosistemi. Ci troviamo davanti all’ennesimo animale che poteva fare la sua vita tranquillamente ma che si è trovata a subire le conseguenze di un ‘hobby’ umano crudele e inutile. Anche quando non colpiscono direttamente, i cacciatori infatti sono sempre responsabili di qualche danno alla fauna selvatica come dimostra l’esperienza di questo rapace".

 

La segnalazione di una cittadina "è stata fondamentale affinché i forestali intervenissero e affidassero il povero rapace al Centro recupero fauna selvatica provinciale - riporta la Lndc - dove stanno provvedendo alle cure necessarie nella speranza di riuscire a salvarla". Le analisi effettuate hanno evidenziato "un avvelenamento da piombo, un fenomeno piuttosto comune negli animali che si nutrono di carcasse di altri animali uccisi dai cacciatori e rimasti sul posto. Può capitare infatti che un selvatico venga ferito e muoia successivamente, senza essere recuperato dal cacciatore, e i proiettili nel corpo rilasciano quantità di piombo che vanno a intossicarne le carni". 

 

Le munizioni di piombo disperse negli ambienti naturali, presenti nel corpo degli animali abbattuti e nelle viscere degli ungulati lasciati sul terreno dai cacciatori dopo l'abbattimento, rappresentano un grave rischio per la salute degli uccelli selvatici che, se le ingeriscono, possono intossicarsi fino alla morte per saturnismo acuto e cronico. Un vero problema ambientale secondo l'associazione animalista che punta il dito contro i cacciatori: "Loro sono quelli che dichiarano di amare la natura e gli animali, ma nella realtà sono soltanto capaci di uccidere e danneggiarli entrambi".

 

Ciò nonostante, conclude Rosati "per motivi che davvero è impossibile comprendere, viene ancora tollerata e sostenuta da una certa classe politica che parla tanto di rispetto, legalità e sicurezza ma poi non fa nulla per contrastare uno ‘sport’ che può vantare soltanto crudeltà e morte. Evidentemente la lobby venatoria e quella delle armi hanno più potere del buon senso, ma Lndc continuerà sempre a lottare contro questa barbarie che nel 2022 non ha davvero più senso di esistere".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
18 agosto - 06:01
L’elenco delle opere trentine per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026 vale circa 83 milioni di euro, l’86% coperti con delibere della [...]
Cronaca
17 agosto - 19:36
Rino Mazzurana, 71 anni, era molto attivo nella comunità di Brentonico. Maestro in passato della banda giovanile, ha insegnato alla scuola [...]
Cronaca
17 agosto - 18:46
Nelle ultime ore la protezione civile ha diramato un avviso di allerta gialla per maltempo in Trentino e, come spiega a il Dolomiti l'ingegnere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato