Contenuto sponsorizzato

Bilancio, c'è ancora tanto da fare ma questa è la strada giusta

Il testo arriverà tra poco al Senato. Inizialmente temevamo sarebbe stata una manovra di tagli, ma i dati sulla ripresa economica hanno permesso l’inversione di rotta, tramutandola in una manovra espansiva
DAL BLOG
Di Franco Panizza - 17 ottobre 2017

Segretario politico del Patt e Senatore nella XVII legislatura 

Dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri, è notizia di pochi minuti fa che a fine ottobre il Senato comincerà l’esame della Legge di Bilancio.

 

Sui dettagli della manovra entreremo nel vivo nelle prossime settimane, quel che per ora conta è l’impianto, con gli investimenti che si concentrano in settori ben precisi, a cominciare dalle vantaggiose condizioni fiscali per le aziende che assumono giovani, con un impegno di spesa di 1,2 miliardi di euro fino al 2020.

 

Ma importanti sono anche gli interventi con cui si congelano l’aumento delle aliquote IVA e il blocco dei tributi e delle addizionali regionali e degli enti locali, la conferma degli sgravi fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica, il superammortamento e l’iperammortamento, l’ampliamento della platea delle beneficiarie all’Ape sociale, la misura per consentire l’anticipo a 63 anni del pensionamento delle donne.

 

Ma anche gli investimenti per l’industria 4.0 e per il 5G, lo stanziamento delle misure per avviare il rinnovo, dopo molti anni, dei contratti di pubblico impiego e il pacchetto sport, con gli sgravi fiscali per la riqualificazione delle strutture e degli impianti.

 

Inizialmente temevamo sarebbe stata una manovra di tagli, ma i dati sulla ripresa economica, migliori rispetto alle aspettative di qualche mese fa, hanno permesso l’inversione di rotta, tramutandola in una manovra espansiva, con ulteriori risorse che saranno destinate a consolidare la crescita.

 

Certo, c’è ancora tanta strada da fare, la crisi ha colpito duramente e le difficoltà del nostro sistema produttivo sono sotto gli occhi di tutti, così come la necessità di una sempre più forte riduzione della pressione fiscale, di una reale semplificazione burocratica, di politiche che mettano sempre al centro le imprese e le famiglie.

 

Bene allora una manovra come questa, purché, anche in futuro, questa strada venga perseguita con sempre maggiore decisione.

 

Edizione del 24 settembre 2022
Telegiornale
24 set 2022 - ore 21:22
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
25 settembre - 15:38
Fra pochi giorni sarà attivato il market place di Indaco quella che alcuni hanno ribattezzato “l’Amazon trentina”: nel giro di 24 mesi [...]
Società
25 settembre - 14:17
Federico Rossi ha 28 anni e da quando ne aveva 14 è costretto su una sedia a rotelle, nella sua ultima impresa sportiva è riuscito a scalare [...]
Società
24 settembre - 21:11
Dopo Ala, situazione complicata anche per Brentonico. Il Comune non ha, però, la possibilità di risolvere la questione, la competenza è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato