Contenuto sponsorizzato

Altre persone si mobilitano "contro l'odio". In piazza Duomo tre ragazze portano uno striscione

Hanno scritto una frase di Ivano Fossati su un lenzuolo e l'hanno esposto sulla fontana. "Crediamo sia giusto mobilitarsi in prima persona"

Pubblicato il - 06 agosto 2018 - 16:17

TRENTO. "Abbiamo pensato che sia giusto muoverci, che con questo odio che c'è in giro non si poteva continuare a far finta di niente. Abbiamo deciso di farlo in piazza, però, perché non basta più mettere post sui social". Dicono questo le tre ragazze che stamattina hanno aperto il loro striscione in piazza Duomo.

 

"Ma soprattutto ci vuole coraggio a trascinare le nostre suole da una terra che ci odia  ad un'altra che non ci vuole". Una frase pescata da una canzone di Ivano Fossati, "Pane e Coraggio". Un modo per dire, come hanno fatto altri in questi giorni, "Io sto con i migranti".

 

Così come ha fatto la nonnina di Arco, così come hanno fatto quelli che sempre in piazza Duomo si sono ritrovati nei giorni scorsi e che continueranno la loro staffetta il martedì e il venerdì. "Non sapevamo dell'iniziativa di chi si è già trovato qui in piazza Duomo - ammettono le ragazze - ma sapremo unire le forze".

 

Per intanto si sono fatte una parte della giornata con lo striscione in mano: "A noi -  spiegano Arianne CamposAngelica e Matilde Dallapé - si sono aggiunti anche altri. Ma un grazie un grazie speciale va alle signore che ci hanno portato le granite, alla ragazza che ci ha regalato dell’acqua e a tutti quelli che si fermano a riflettere".

 

L'obiettivo era proprio questo, far riflettere. "Sul clima d'odio che attraversa l'Italia in questo periodo - affermano - su questo volevamo porre l'attenzione". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 19:26

Dai costi elevati alla mancanza di un progetto ben definito problemi e possibili soluzioni per “l’Amazon trentina”. L’esperto: “Come per qualsiasi attività commerciale, o vi è un profitto o non c’è motivo per cui debba rimanere aperta. L’online è una risorsa, non una minaccia, ma solo se la si sa utilizzare nelle misure e nei contesti adeguati”

31 maggio - 19:25

Non sono stati registrati decessi nelle ultime 24 ore, il quarto giorno consecutivo senza morti legati a Covid-19. Ci sono 5.432 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 1.910 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,05%

31 maggio - 19:23

Si tratta di Guido Casarotto. L'uomo era a bordo di una delle due macchine che il 25 maggio si erano scontrate sulla strada provinciale 235 all'altezza di Lavis

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato