Contenuto sponsorizzato

Crolla il numero di migranti fermati al Brennero. La polizia: ''Controlli severi sui treni in partenza da Verona''

Secondo i dati forniti, lo scorso gennaio furono ancora 65, a febbraio 52 e a marzo 26, mentre a maggio solo due migranti sono stati scoperti e a giugno ancora nessuno

Pubblicato il - 23 giugno 2018 - 21:01

BRENNERO. E' in calo da tempo l'arrivo dei migranti sul nostro territorio e parallelamente sono in calo anche le persone intercettate su treni merci al Brennero. A comunicarlo è stata la polizia tirolese a seguito di alcuni controlli al valico italo-austriaco.

 

Secondo i dati forniti, lo scorso gennaio furono ancora 65, a febbraio 52 e a marzo 26, mentre a maggio solo due migranti sono stati scoperti e a giugno ancora nessuno.

 

Il responsabile della task force per i controlli di confine Erich Lettenbach ha spiegato che questo calo è dovuto anche ai controlli che da qualche mese sono più severi sui treni in partenza da Verona. Oltre a questo, i migranti sono ormai informati sui controlli.

 

Nessun abbassamento della guardia” è il commento del governatore tirolese Guenther Platter. Le forze dell'ordine confermano che i controlli fatti con collaborazione tra poliziotti italiani, austriaci e tedeschi continueranno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato