Contenuto sponsorizzato

Era stato accusato di favoreggiamento all'immigrazione clandestina, agricoltore trentino scagionato

In primo grado l'uomo era stato condannato ad un anno di reclusione oltre a 247 mila euro di multa. Ora i giudici della Corte d'Appello hanno ribaltato la sentenza

Pubblicato il - 19 December 2019 - 09:16

TRENTO. L'accusa era stata di favoreggiamento all'immigrazione clandestina e un agricoltore di Trento, con dei terreni a Terlago, era stato condannato in primo grado ad un anno di reclusione oltre a 247 mila euro di multa. Ora, però, Gianluigi Tabarelli de Fatis è stato scagionato.

 

La vicenda risale a qualche anno fa e nasce dall'idea dell'agricoltore, 54enne, di coltivare spezie ed ortaggi che vengono molto usati dagli immigrati in cucina per ricordare i sapori della propria terra. Il tutto con la collaborazione di un negozio che si occupa di prodotti etnici.

 

Ecco allora l'idea di coltivare dalle patate americane, la menta fino al coriandolo per poi poterli commercializzare. Per il progetto servivano però dei lavoratori e l'agricoltore ha quindi richiesto al Servizio lavoro della Provincia, di far arrivare 10 lavoratori dal Bangladesh.

 

Da qui sono scattati i controlli rapportando la richiesta di lavoratori con le particelle di terreno a disposizione dell'agricoltore dai quali è risultato che potevano sostenere l'impiego di appena una unità lavorativa. Non aveva nessun senso quindi la richiesta di 10 lavoratori dal Bangladesh. Ecco allora l'accusa di favorire l'immigrazione clandestina.

 

La difesa, però, ha dimostrato come l'agricoltore avesse chiesto la restituzione di un ulteriore terreno di sua proprietà per la coltivazione, non aveva avuto alcun contributo pubblico e la richiesta era stata presentata dal suo commercialista. Tutti aspetti presi in considerazione dai giudici della Corte d'Appello di Trento e che hanno portato al ribaltamento della sentenza di primo grado.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 ottobre - 18:59
"Purtroppo, le farmacie e le strutture pubbliche/private dedicate a questo servizio non sono in grado di compiere giornalmente un numero di test [...]
Cronaca
17 ottobre - 18:13
Il corpo senza vita di Elio Coletti è stato rinvenuto dall'unità cinofili dei vigili del fuoco. Il 58enne si era allontanato di casa in cerca di [...]
Cronaca
17 ottobre - 17:55
Ci hanno provato prima i familiari e poi il personale sanitario giunto sul posto con l'elisoccorso ma per il 62enne non c'era più niente da fare. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato