Contenuto sponsorizzato

Addio al missionario trentino Elio Croce, è morto contagiato dal coronavirus. Albanese: ''Aveva vinto Ebola, ci mancherà''

Originario di Moena, in Uganda dal 1971, è stato una delle colonne portanti del St. Mary's Lacor Hospital, ospedale missionario nato nel 1959 e oggi diventato uno dei più grandi e importanti ospedali ugandesi 

Pubblicato il - 12 November 2020 - 10:52

TRENTO. Il missionario di 74 anni, Elio Croce, è morto in Uganda dopo essersi ammalato di Covid-19. Era ammalato ormai qualche settimana e la drammatica notizia è arrivata quest'oggi.

 

In Uganda dal 1971, ha visto ben tre colpi di stato e in questi anni ha dato una mano a diversi centri sanitari sparsi sul territorio.

 

E' stato una delle colonne portanti del St. Mary's Lacor Hospital, ospedale missionario nato nel 1959 e oggi diventato uno dei più grandi e importanti ospedali ugandesi e un fondamentale punto di riferimento per i 500.000 abitanti del distretto di Gulu e non solo.

 

Purtroppo ho appreso proprio ora la triste notizia della scomparsa di fratel Elio Croce – spiega il missionario Giulio Albanese - deceduto a Kampala per colpa del Covid-19. Lui che aveva vinto Ebola nel 2000, la guerriglia e mille battaglie all’insegna della solidarietà è volato in cielo. Fu proprio lui che nell’agosto del 2002, dopo la brutta avventura del sequestro di Tumangu, mi venne a prendere in macchina appena liberato alle caserme il Gulu, nel nord Uganda. Ci mancherai Elio”.

 

Fra Elio Croce negli ultimi giorni sembra aver mostrato dei miglioramenti ma purtroppo ad un tratto le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso.

 

Come già detto, originario di Moena è sempre riuscito a mantenere un contatto con il Trentino e soprattutto con la Val di Fassa.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato