Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, cresce il focolaio di Rovereto, altri 14 positivi: alcuni minorenni. L'Apss: ''Non mettiamo i padroncini in isolamento preventivo''

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari e la Provincia sono intervenuti per aggiornare sulla situazione del polo logistico. In questo momento in totale ci sono 64 casi a fronte di circa 300 tamponi analizzati. Nelle prossime ore atteso il bollettino complessivo per la giornata di oggi, venerdì 24 luglio

Di Luca Andreazza - 24 July 2020 - 13:04

TRENTO. Il focolaio di Rovereto cresce ancora, ci sono altri 14 positivi (3 padroncini e 11 familiari o contatti stretti) per quanto riguarda i casi legati alla Bartolini. Ci sono anche alcuni minori, segno che il contagio si è diffuso in famiglia. A riferirlo Pier Paolo Benetollo dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel corso della conferenza stampa della Giunta provinciale. Sono 64 casi a fronte di circa 300 tamponi analizzati.

 

"La ditta - commenta Antonio Ferro, direttore del Dipartimento prevenzione - è stata divisa in due parti, quella organizzativa e la logistica. Il personale amministrativo è separato rispetto al ramo d'azienda che si occupa di consegnare la merce attraverso 61 ditte individuali. Sono 59 quelle che si sono presentate. In questo 'terzo cerchio' di monitoraggio sono solo 3 i positivi e questo è un dato molto confortante in quanto significa che il contatto non è di tipo lavorativo, quanto forse amicale".

Resta ora da decidere se isolare le ditte individuali. "L'intenzione è quella di non porre a quarantena preventiva tutti i padroncini. Ora - prosegue Ferro - lavoriamo sui contatti a livello familiare per completare il tracciamento, un compito non semplice in quanto molti di questi operatori sono stranieri. I positivi a oggi riscontrati sono prevalentemente asintomatici, la contagiosità è bassa".

 

Una procedura leggermente diversa rispetto alle misure prese a livello principale. Il Dipartimento prevenzione, successivamente a un nuovo incontro con i vertici aziendali, ha inviato una lettera per impartire ulteriori restrizioni, come la sospensione dei turni del pomeriggio, di quelli della sera e la messa in isolamento di tutti i dipendenti, escluso il comparto amministrativo che è risultato negativo ai test e che si trova fisicamente distaccato dalle aree dove si svolgono le altre attività.

 

Le autorità sanitarie hanno chiesto di adeguare e redistribuire i locali adibiti a spogliatoio, di mantenere il divieto di utilizzo delle aree di ristoro, infine di effettuare un ulteriore intervento di sanificazione speciale di tutti i reparti e locali accessori della ditta (Qui articolo).

 

"La nostra politica - conclude Ferro - non è solo quella di puntare alla quarantena dei contatti stretti ma effettuiamo anche in questi casi i tamponi per eventualmente isolare immediatamente l’eventuale diffusione del coronavirus anche all’interno del nucleo familiare".

 

Il focolaio di Rovereto assume, infatti, numeri importanti, 64 infetti: i dati più grossi sono stati registrati in questo senso nelle ultime ore con l'arrivo delle analisi. I 14 positivi di oggi si aggiungono ai 24 casi di ieri, i 16 contagiati registrati mercoledì 22 luglio (Qui articolo). L'allerta è scattata sabato 18 quando è stato identificato il cluster con i primi 3 casi (Qui articolo).

 

In questo momento l'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha informato esclusivamente sulla situazione del polo della logistica della città della Quercia, si tratta di un bollettino parziale. E' attesa per le prossime ore la diffusione dei dati complessivi per la giornata di oggi, venerdì 24 luglio, quindi ci potrebbero essere ulteriori casi non legati a questo focolaio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 December - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato