Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, denunciato l'autore della diretta Facebook (VIDEO) sulla ciclabile che irrideva la quarantena: “Allora fraté mica dobbiamo stare agli arresti domiciliari''

Il Dolomiti ha collaborato con la polizia di San Candido ed è arrivata la denuncia. Nei guai è finito anche un 32enne residente a Bolzano perché incurante della chiusura della passeggiata lungo il Talvera è stato sorpreso allenarsi all'area attrezzata nelle vicinanze del campo "Righi": senza autocertificazione, non aveva notato nemmeno cartelli e nastro per chiudere la zona

Di L.A. - 19 marzo 2020 - 13:51

SAN CANDIDO. E' stato segnalato all'Autorità giudiziaria l'autore del video postato sui social che riprende due escursionisti che nel corso di una diretta Facebook lungo la ciclabile che collega San Candido e Sesto Pusteria hanno irriso la quarantena (Qui articolo).

 

"Buongiorno ragazzi guardate che bella natura altro che quarantena, questa è vita, viva la libertà", si apriva così il video pubblicato sui canali social. Dopo il caso del ciclista che pretendeva di aggirare i decreti definendosi “soggetto di diritto internazionale chiedendo agli agenti di identificarsi personalmente, un altro episodio vedeva coinvolti due giovani in giro senza prestare ascolto agli appelli al buon senso e, soprattutto, in violazione ai decreti emanati per limitare le possibilità di contagio da coronavirus.

 

La quarantena la lasciamo ai malati mi dispiace per loro gli auguro di guarire – riprende l’ignoto escursionista che poi aggiunge – ecco là che arriva il mio bro”, insieme a lui anche un amico "armato" di cellulare per riprendere una bravata: "Allora fraté mica dobbiamo stare agli arresti domiciliari guagliò”. Un video che aveva scatenato una serie di commenti e reazione, soprattutto ovviamente negative.

 

E la polizia di San Candido, che nei giorni scorsi aveva rapidamente contattato Il Dolomiti, per ricevere alcune informazioni sule immagini in questione, aveva immediatamente avviato le indagini per identificare gli autori della diretta Facebook. A seguito degli accertamenti sul video e sul titolare della "profilo", gli agenti hanno denunciato l'autore del post, un 29enne marocchino con precedenti, residente a Brunico e quindi fuori dal Comune di residenza senza giustificato motivo.

 

Nei guai è finito anche un 32enne residente a Bolzano perché incurante della chiusura della passeggiata lungo il Talvera è stato sorpreso allenarsi all'area attrezzata nelle vicinanze del campo "Righi". L'atleta non ha esibito l'autocertificazione e ha dichiarato di non essersi accorto dell'interdizione, nonostante il cartello e la zona delimitata da nastro. E' stato segnalato all'Autorità giudiziaria per la violazione del Decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 17:45

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.861 tamponi: 222 i test risultati positivi con il rapporto contagi/tamponi che si attesta al 7,6%. Attualmente ci sono 159 classi in isolamento

30 ottobre - 16:08

Sono circa una cinquantina i depuratori sul territorio altoatesino e la Provincia ha scelto 9 impianti per questo monitoraggio tra dimensione, punto geografico e tipo di utenza e il territorio è stato diviso in altrettante sezioni: Bolzano, Termeno, Pontives, Media Venosta, Bressanone, Wipptal, Tobl-Brunico e Wasserfeld. Un progetto con il coordinamento dell'Istituto superiore di sanità

30 ottobre - 16:39

Chi arriva in Germania dal nostro Paese, dovrà sottoporsi a tampone oppure a quarantena. L'Austria potenzierà i controlli, anche con le autorità sanitarie, ai valichi di confine con Italia e Slovenia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato